Live Sicilia

L'iniziativa

Fondi europei per l'Agricoltura
Sabato il ministro a Palermo


Articolo letto 3.670 volte
VOTA
0/5
0 voti

agricoltura, Maurizio Martina, pd, Economia, Politica
PALERMO - Sabato 20 febbraio alle 11 al Teatro Politeama di Palermo si terrà la manifestazione “Orizzonti di sviluppo-Mare Terra”, promossa dall’assessorato regionale Agricoltura e Pesca e dal ministero per le Politiche agricole. All’iniziativa interverranno l’assessore regionale all’Agricoltura e Pesca Antonello Cracolici, il presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta e il ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali Maurizio Martina.

Nell’ambito della manifestazione sarà presentato  il nuovo PSR (Programma di Sviluppo Rurale)  e il nuovo Feamp (Fondo Europeo Affari Marittimi Pesca) 2014/2020, finanziati rispettivamente con 2 miliardi e 200 milioni di euro e  150 milioni di euro di fondi europei.

A seguire, Martina prenderà parte a un'iniziativa politica alle ore 14 presso l’hotel Best Western ai Cavalieri, in via Sant’Oliva 8, per la presentazione di 'Sinistra è Cambiamento' Sicilia.

L'area politica nazionale del PD che si definisce 'minoranza di partito e maggioranza di Governo' apre ufficialmente in Sicilia e per l'occasione lo farà alla presenza del Ministro delle politiche agricole e del vice capogruppo Pd alla Camera Matteo Mauri.

All’appuntamento prenderanno parte, tra gli altri, esponenti del PD siciliano tra cui il sindaco di Pachino Roberto Bruno, Maria Concetta Serse, della direzione regionale del Pd, Sara Sindoni, consigliere comunale di Randazzo, e altre personalità democratiche della Sicilia.

Sarà inoltre presente in veste di invitato il Segretario regionale del Pd Fausto Raciti

“Sinistra è Cambiamento è nata per interpretare i grandi valori di Sinistra nelle trasformazioni della nostra società e per far vivere questo dentro il PD – dice Matteo Mauri -. Siamo convinti che la Sinistra debba essere sempre alla testa del cambiamento, perché per noi Sinistra è l’opposto di conservazione. A volte ci rappresentano come un'area di minoranza nel partito ma di maggioranza di Governo. È vero, perché non abbiamo sostenuto Renzi come segretario ma sosteniamo fino in fondo la sfida di Governo di cambiare il Paese in profondità e di portarlo fuori dalla crisi. Crediamo che i partiti siano uno strumento essenziale per la democrazia. E siamo convinti che il PD abbia sulle spalle una grande responsabilità, quella di dare risposte concrete ai cittadini e di arginare i populismi. Così come pensiamo che i partiti debbano vivere ogni giorno sul territorio, non solo nei palazzi romani. E perciò vogliamo essere presenti, numerosi e rappresentativi in tutt'Italia per portare il nostro contributo costruttivo a tutto il PD. E la Sicilia è ovviamente una tappa obbligata di questo percorso. Per la sua importanza, per la grande potenzialità che esprime e per le competenze e le qualità straordinarie che ci sono. Siamo consapevoli che ci possono essere personalità, iscritti e simpatizzanti che guardano a questo progetto con interesse. Noi ci rivolgiamo in modo aperto a chi condivide i valori di fondo del nostro modo di intendere la politica e a chi crede nel PD. Sempre sul merito delle cose e sempre a servizio del collettivo".