Live Sicilia

Il premio al festival di berlino

L'Orso d'oro per "Fuocoammare"
Pioggia di congratulazioni


Articolo letto 4.201 volte
L'Orso d'Oro (Foto di Solar Ikon)

Fioccano le reazioni per il riconoscimento ricevuto da Gianfranco Rosi. Il presidente Mattarella: "Grande soddisfazione". Meryl Streep: "Merita l'Oscar". Il sindaco Nicolini: "Una vittoria immensa per Lampedusa".

VOTA
5/5
1 voto

ROMA - "Grande soddisfazione" viene espressa dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella per l'attribuzione dell'Orso d'Oro a Gianfranco Rosi per il documentario "Fuocoammare". "E' un premio - sottolinea Mattarella - a un'opera italiana dall'alto valore artistico, culturale e sociale e a un regista innovativo e appassionato. L'Orso d'Oro è un importante riconoscimento internazionale anche per coloro che, come gli abitanti di Lampedusa, si prodigano con grande generosità e spirito umanitario per salvare vite umane e accogliere persone in fuga dalla guerra e dalle persecuzioni. Congratulazioni vivissime a Rosi e a quanti che hanno concorso alla realizzazione di Fuocoammare".

"Meryl Streep mi ha detto, tenendomi per mano: 'questo film può vincere l'Oscar. Farò di tutto perché sia portato negli Usa'". Donatella Palermo, produttrice di "Fuocoammare", il giorno dopo la consegna dell'Orso d'oro al film di Gianfranco Rosi, racconta all'Ansa dell' "entusiasmo e della profonda commozione" con cui la star del cinema americano, presidente di giuria della 66/ima edizione del concorso di Berlino, ha reagito al film su Lampedusa.

"Ho sentito don Mimmo, il parroco di Lampedusa. Oggi a Messa ha tenuto una predica tutta su 'Fuocoammare'". Lo ha raccontato all'Ansa Pietro Bartolo, il medico del film di Gianfranco Rosi, che ieri ha vinto la Berlinale, aggiudicandosi l'Orso d'oro. "Con il sacerdote organizzeremo un evento pubblico, per festeggiare 'Fuocoammare' e l'orso", ha spiegato, sottolineando che dopodomani porterà personalmente il premio agli isolani. "Lo hanno meritato - dice Bartolo -. Purtroppo a Lampedusa non c'è il cinema, ma adesso si cercherà di organizzare una proiezione speciale - conclude -, perché anche la gente del posto possa vedere questo bellissimo film".

"Per Lampedusa è una vittoria immensa. In questo momento tutti parlano di noi". Lo dice con grande emozione il sindaco delle isole Pelagie, Giusi Nicolini, commentando l'assegnazione dell'Orso d'oro alla Berlinale 2016 a "Fuocoammare", il film documentario di Gianfranco Rosi. "In questo momento tutte le pagine della cultura dei giornali di tutto il mondo parlano di Fuocoammare - aggiunge Nicolini - che è un racconto realistico ma poetico e non retorico dell'isola che salva la vita e del dramma del Mediterraneo. Lampedusa raccontata finalmente nell'anima, senza il sensazionalismo - prosegue - che spesso ne ha danneggiato l'immagine, falsando la realtà delle cose. Lampedusa e l'accoglienza raccontata dalla viva voce dei protagonisti, delle persone in carne e ossa. Gianfranco Rosi ha fatto un bellissimo regalo all'isola e alla lotta per un Mediterraneo di pace e giustizia per tutti".

"La cultura, l'arte, il cinema si confermano più avanti di disumani egoismi e meschinerie della politica - è il commento del sindaco di Palermo Leoluca Orlando -. Tutta la solidarietà ai migranti, vittime di scelte e legislazioni europee criminogene, e grande ammirazione a Gianfranco Rosi e ai protagonisti di Fuocoammare, che ho incontrato l'undici febbraio scorso a Berlino, in occasione dell'apertura del Berlinale, per presentare negli stessi giorni la Carta di Palermo per la mobilità internazionale come diritto umano e contro il genocidio di migranti".

"Ho chiamato Gianfranco Rosi per complimentarmi per l'Orso d'oro ed invitarlo insieme a Giusi Nicolini e Pietro Bartolo giovedì a Montecitorio". Lo scrive su Twitter la Presidente della Camera, Laura Boldrini, complimentandosi con il regista di 'Fuocoammare' e con uno dei protagonisti, Pietro Bartolo, direttore sanitario dell'Asl di Lampedusa che da trent'anni cura gli abitanti dell'isola e assiste agli sbarchi, invitato alla Camera con il sindaco dell'isola, Giusi Nicolini.