Live Sicilia

Marsala

Pedofilia: condanna definitiva
Nove anni a un ex frate


Articolo letto 8.647 volte

I fatti contestati risalgono al 2008, prima che l'uomo prendesse i voti, anche se per carpire la fiducia dei genitori della vittima - secondo le accuse - anche allora si fingeva frate.

VOTA
5/5
1 voto

condanna definitiva, ex frate, pedofilia, Cronaca, Trapani
 MARSALA - E' divenuta definitiva la sentenza che condanna un ex frate di 39 anni, originario di Pantelleria, Biagio Alberto Almanza, a 9 anni di carcere per violenza sessuale su un minore. In primo grado la condanna era stata emessa dal tribunale di Marsala (8 aprile 2014), in secondo grado dalla terza sezione della Corte d'appello di Palermo (2 marzo 2015). L'ex frate era stato posto agli arresti domiciliari dai poliziotti della Squadra mobile di Trapani a fine novembre 2012. Il provvedimento gli fu notificato in un convento in provincia dell'Aquila, dove il protagonista della vicenda aveva cercato di isolarsi dal mondo dopo una precedente condanna per pedofilia subita a Milano.

In questo secondo processo ad Almanza è stata contestata la violenza su un dodicenne, figlio di una coppia di Pantelleria con la quale aveva stretto un rapporto d'amicizia. Secondo quanto emerso dall'indagine, Almanza avrebbe più volte abusato del ragazzino in momenti in cui era rimasto da solo con lui. I fatti contestati risalgono al 2008, prima che prendesse i voti, anche se per carpire la fiducia dei genitori della vittima anche allora si fingeva frate.