Live Sicilia

nel canale di sicilia

Migranti, emergenza senza fine
Soccorsi 731 profughi, 4 morti


Articolo letto 2.100 volte

La Marina militare è intervenuta in aiuto di se imbarcazioni. VIDEO A Palermo arriva nave 'Aquarius' per i soccorsi in mare.

VOTA
0/5
0 voti

ROMA - Sono 731 i migranti soccorsi stamattina dalle navi della Marina Militare durante il pattugliamento dello Stretto di Sicilia nell'ambito dell'Operazione Mare Sicuro; 4 i corpi di persone morte recuperati. Nave Cigala Fulgosi intervenuta in soccorso a tre natanti, ha recuperato un totale di 407 migranti, tra cui i 4 cadaveri. Nave Bettica è intervenuta in assistenza a due imbarcazioni recuperando 219 migranti. Nave Scirocco ha assunto il coordinamento delle operazioni di ricerca e soccorso di un ulteriore gommone in precarie condizioni di galleggiamento, recuperando 105 migranti successivamente trasferiti sulla CP 941. Le navi della Marina Militare sono inserite nel dispositivo aeronavale "Mare Sicuro" che svolge attività di presenza, sorveglianza e sicurezza marittima nel Mediterraneo Centrale per assicurare la tutela degli interessi nazionali mediante la protezione delle linee di comunicazione, delle navi commerciali e delle piattaforme off-shore d'interesse nazionale

Intanto, stamani è approdata al Porto di Palermo "Aquarius", una nave guardapesca che può ospitare fino a 500 persone, diretta nel Canale di Sicilia per offrire aiuto e assistenza a migranti in difficoltà nella traversata dall'Africa verso la Sicilia. La missione è organizzata dalle associazioni tedesca, francese e italiana denominate "Sos Méditerranée", da cui l'iniziativa stessa prende il nome. I dettagli della missione sono stati illustrati alla stampa nel corso di una conferenza che si è tenuta a bordo della nave, alla presenza del sindaco Leoluca Orlando, ai responsabili di "Sos Méditerranée", all'equipe di medici presente a bordo appartenente all'organizzazione Medicins Du Mond e all'equipaggio. "Sos Méditerranée" nasce dall'idea di alcuni cittadini che, mettendo insieme le proprie competenze (marittime, umanitarie, mediche, giuridiche), hanno deciso di dare il proprio contributo alle operazioni di salvataggio nel Mediterraneo.

La nave salperà oggi stesso, alle ore 22:00, alla volta di Lampedusa. "Aquarius - ha dichiarato il sindaco Orlando - è una missione frutto della passione e dell'amore della società civile e nasce per dare una risposta forte e immediata agli egoismi finanziari e alle meschinerie politiche di un'Europa che sta smarrendo il senso della sua ragione fondativa. E' significativo il fatto che si sia voluto far tappa nella nostra città che, con la Carta di Palermo continua a chiedere a gran voce l'abolizione del permesso di soggiorno e il riconoscimento della mobilità come diritto umano".