Live Sicilia

TERMINI IMERESE

L'auto del sindaco sotto sequestro
Inchiesta per "uso improprio"


Articolo letto 4.725 volte
auto, cartabinieri, comune, salvatore burrafato, sequetro, servizio, termini imerese, Cronaca, Palermo
Il sindaco di Termini Imerese, Salvatore Burrafato

"Aspettiamo responsabilmente che la giustizia faccia ogni opportuno adempimento", dice il primo cittadino Salvatore Burrafato (nella foto).

VOTA
5/5
1 voto

PALERMO - C'è un'inchiesta sull'utilizzo di una macchina di servizio del Comune di Termini Imerese. Si tratta di una Fiat Punto usata fino a pochi giorni fa dal sindaco Salvatore Burrafato.

Ed è proprio sull'uso "improprio" della vettura che si concentra l'indagine dei magistrati. I carabinieri, su ordine del Gip del Tribunale termitano, hanno sequestrato la Punto così come tutti i documenti che ne dovrebbero tracciare gli spostamenti.

"Aspettiamo responsabilmente che la giustizia faccia ogni opportuno adempimento - dice il sindaco Burrafato -. Non potrebbe essere altrimenti data la mia storia personale". Il riferimento è alle tragiche vicende che hanno colpito la famiglia del primo cittadino. Il padre Antonino, sottufficiale di servizio al carcere di Termini, fu ucciso nel 1982 per ordine di Cosa nostra.