Live Sicilia

IL CASO ENNA

Parla il prefetto Guida: "
Io rimosso? Scelta concordata"


Articolo letto 3.384 volte
alfano, enna, guida, inchiesta, prefetto, Politica
La Prefettura di Enna

Intervistato dal Corriere della Sera, a proposito della vicenda del suo cambio di sede, dice: "Il mio trasferimento non fu una rimozione". (Nella foto la prefettura di Enna).

VOTA
0/5
0 voti

ROMA - Il trasferimento del prefetto Fernando Guida da Enna a Isernia non fu "una rimozione", ma "una scelta concordata"; inoltre, il commissariamento della Fondazione Kore, "da me invocato, è stato accelerato e attuato dal Viminale". E' quanto dice lo stesso prefetto Guida intervistato dal Corriere della Sera a proposito della vicenda del suo cambio di sede, ora all'esame del Tribunale dei ministri dopo una contestazione di abuso di ufficio al ministro dell'Interno Angelino Alfano, al viceministro Filippo Bubbico e ad altri tre indagati.

"Il mio trasferimento - afferma Guida - non è una rimozione. Scelta concordata, indipendentemente dalla vicenda. Anzi, il commissariamento della Kore da me invocato è stato poi accelerato e attuato dal Viminale..."; lasciando il prefetto intendere - scrive il Corsera - che le pressioni, se ci furono, comunque non trovarono spazio al Viminale. Guida conclude: "Tutto concordato. Avevo chiesto di avvicinarmi a Roma dove risiede la mia famiglia".