Live Sicilia

Il caso

Noto, dietrofront del sindaco:
"Mattarella? Solo invitato"


Articolo letto 5.610 volte
VOTA
0/5
0 voti

noto, Cronaca, Siracusa
SIRACUSA - È giallo sull'annuncio del sindaco di Noto, Corrado Bonfanti, che ieri nel giro di 12 ore ha annunciato la visita del Capo dello Stato nel comune netino e poi smentito. Il “rischio” è che fra qualche giorno si debba smentire la smentita. Le parole del dietrofront sono infatti queste: “Il Comune di Noto, nella persona del sindaco, ha inoltrato formale istanza alla segreteria generale del Quirinale per richiedere la disponibilità del signor Presidente a volere effettuare una visita alla città. Si è ancora in attesa di una risposta ufficiale nell'auspicio che questo straordinario evento, atteso da tutti i cittadini, possa diventare realtà". Parole che sembrano dettate. Dalla prudenza? Anche. Prudenza che il giorno prima il sindaco della città barocca non aveva avuto, peccando forse di ingenuità amministrativa e confermando, a noi, le sue dichiarazioni già rese pubbliche durante un’assemblea di partito e attraverso un comunicato emanato a tutta la stampa (che infatti le ha immediatamente riprese), aggiungendo il particolare di una telefonata di conferma ricevuta dalla stessa segreteria del Quirinale. Fonti prefettizie confermano l’assenza di qualsiasi comunicazione ufficiale dal Quirinale: “Non abbiamo notizie di nessun genere. È evidente che quando il prefetto dovesse fornire notizie del genere è perché consegue a iniziative formali. Non mi risulta ci siano”. Ma aggiunge: “Presumo si tratti di iniziative assunte direttamente e da quello che capisco potrebbero ancora essere oggetto di valutazione”.