Live Sicilia

Palermo

Pedonalizzazione di via Roma
Giusto Catania apre all'iniziativa


Articolo letto 2.741 volte

L'assessore comunale alla Mobilità colpito positivamente dall'idea presentata dai commercianti. "Significa che la cultura sta virando verso modelli più europei e che con le precedenti pedonalizzazioni, come in via Maqueda, abbiamo fatto bene".

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Via Roma pedonale presto potrebbe essere realtà. L’assessore alla Mobilità Giusto Catania ha raccolto di buon grado l’iniziativa dei commercianti della zona, e anche del vicinissimo mercato di via Bandiera, che questa mattina gli è stata presentata dalla prima circoscrizione. “È il segno che qualcosa in città sta cambiando - spiega Catania -. Significa che la cultura sta virando verso modelli più europei e che con le precedenti pedonalizzazioni, come in via Maqueda, abbiamo fatto bene. Oggi possiamo dire che è il frutto di un prodotto positivo”.

Arriva dunque il placet dell’assessore alla Mobilità, anche se per una eventuale pedonalizzazione dovranno essere valutate tantissime ipotesi. “Ho dato mandato a un tecnico che valuterà una serie di problematiche relative alla viabilità - precisa Catania -. Chiudere contemporaneamente via Maqueda e quel tratto di via Roma potrebbe essere complicato. Ma studieremo tutte le ipotesi possibili e le varie alternative per non creare disagi a nessuno, per rendere la pedonalizzazione un momento di unione. Mi fa piacere che questa proposta venga proprio dai commercianti”.

La Rinascente, insieme a nomi storici come Leone, il bar Touring, la cartoleria Bellotti, Guajana e Citarda, ma anche Bottega Verde, Swarovski, Saccone, Gaia e Navigare, hanno chiesto in coro la chiusura nelle prime domeniche di marzo il 6, il 13 e il 20 e dopo Pasqua, anche dal sabato pomeriggio alla domenica durante il weekend. I tempi però sono stretti e con ogni probabilità l’eventuale pedonalizzazione potrebbe slittare di un paio di settimane. Giusto il tempo dei sopralluoghi e di un piano viabile alternativo.

Già la prima circoscrizione, dopo la mozione approvata all’unanimità, si era mostrata aperta al dialogo. “Abbiamo chiesto di chiudere l’intero tratto di strada - disse il consigliere Antonio Nicolao a Livesicilia - ma saremmo disposti anche, in un secondo momento, a rendere la via semi pedonale con il solo e unico transito degli autobus”. Via Roma, dunque, potrebbe essere a un passo dalla pedonalizzazione, esperimento che già in passato ha riscosso parecchio successo. “Attraverso il voto della circoscrizione - spiega Nicolao - i cittadini hanno espresso questa volontà. Ci auguriamo, così, che l’assessore dimostri di voler dare piena attuazione alla legge sul decentramento, dando dignità professionale a chi si misura quotidianamente col proprio territorio”.

Un progetto ancora in fase embrionale ma già pieno di consensi. “Durante la prima chiusura di via Maqueda - ricorda l’assessore Catania - ci fu una vera e propria rivolta dei commercianti. Gli stessi che ad oggi, invece, guardano a quel modello per voler ripartire. Questo è un segnale davvero forte per Palermo”. La chiusura di via Roma, infatti, nascerebbe su una scia diversa rispetto a quella di via Maqueda. Lì si passò in fretta dall’umore negativo iniziale, all’entusiasmo per la chiusura definitiva, tanto da essere presi ad esempio dai vicini di via Roma.