Live Sicilia

Palermo

"Minetti" in scena al Biondo


Articolo letto 2.878 volte
, Cultura e Spettacolo

“Non avrei mai potuto fare quest’opera se non ci fosse stato Herlitzka", dice il regista Roberto Andò (nella foto con l'attore e con Roberto Alajmo).

VOTA
5/5
2 voti

PALERMO- Una produzione del Teatro Biondo di Palermo, che vede impegnato, al centro della scena, Roberto Herlitzka nel ruolo del protagonista, Minetti. “Non avrei mai potuto fare quest’opera se non ci fosse stato Herlitzka, - precisa il regista Roberto Andò - perché è un’opera che prefigura un’attore di queste dimensioni con le caratteristiche che ha Roberto Herlitzka, cioè una congenialità con questo ruolo e l’autorevolezza per interpretarlo”. Proprio a Herlitzka infatti, è stato conferito, in questi giorni, un riconoscimento speciale alla carriera durante la cerimonia del Premio nazionale di Teatro Luigi Pirandello. “Minetti è una figura storicamente definita perché è stato un grande attore del teatro tedesco cui si è ispirato Bernhard, ma qui è anche un personaggio romanzesco dai contorni definiti, che lascia spazio, allo stesso tempo, anche all’immaginazione. E’ l’eroe del fallimento – spiega Andò - perché tutto il teatro di Bernhard prevede per gli uomini, sia nelle relazioni umane sia nelle imprese artistiche, il fallimento. Non prevede altre possibilità. Dentro questo piombo, però, c’è anche dello humour”.

Lo scrittore Thomas Bernhard, infatti, volle dedicare quest’opera al celebre attore tedesco, considerato uno dei più grandi interpreti teatrali del novecento. Pensata e scritta apposta per lui, sulla scena appare l’attore, ormai anziano, mentre trascorre la notte di capodanno in attesa di andare in scena per l’ultima volta nel ruolo di Re Lear. Durante l’attesa di un direttore di teatro che non arriverà mai, Minetti comincia a raccontarsi. Riflette sulla propria vita e sul suo rapporto con il teatro. A venir fuori è una vera e propria requisitoria, dove non vengono risparmiati giudizi caustici e impietosi su una società istupidita e un teatro svuotato di senso. “L’attore – ha concluso il regista – conosce il fallimento più di altri e diventa l’eroe del fallimento e dell’occasione mancata.” Al fianco di Herlitzka recitano Pierluigi Corallo, Verdiana Costanzo, Matteo Francomano, Roberta Sferzi e Vincenzo Pasquariello. Il debutto, in anteprima nazionale domani sera alle 21.00, a seguire saranno otto le repliche previste, che si concluderanno giorno 13 marzo.