Live Sicilia

Il delitto

Vittoria, agricoltore ucciso
Trovata l'arma del delitto


Articolo letto 5.231 volte
, Cronaca, Ragusa

Trovato da carabinieri di Ragusa il coltello con il quale il 2 febbraio scorso, a Vittoria, è stato ucciso l'agricoltore Giuseppe Dezio, colpito con un colpo di arma da taglio alla gola durante una lire lite per l'accesso a una strada interpoderale.

VOTA
0/5
0 voti

ROMA - Dopo oltre un mese di ricerche è stato trovato da carabinieri di Ragusa il coltello con il quale il 2 febbraio scorso, a Vittoria, è stato ucciso l'agricoltore Giuseppe Dezio, colpito con un colpo di arma da taglio alla gola durante una lire lite per l'accesso a una strada interpoderale. In una serra di pomodori non lontana dal luogo del delitto, sepolto nel terreno, è stato recuperato un coltello con una grossa lama di circa 30 cm, con ancora tracce di sangue. L'arma è stata inviata ai carabinieri del Ris di Messina per analisi comparative. Per l'omicidio carabinieri del comando provinciale di Ragusa e della compagnia di Vittoria hanno arrestato i presunti autori: Gaetano Pepi e i suo tre figli Alessandro, Marco e Antonino. La serra in cui è stato trovato il coltello è di loro proprietà. Degli indagati, che sono detenuti, soltanto Gaetano Pepi ha risposto a domande di investigatori e magistrati, autoaccusandosi e scagionando i tre figli, che fin'ora si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. (ANSA)