Live Sicilia

nell'ennese

"Sindaco lo autorizza a mendicare"
Scoppia la polemica a Valguarnera


Articolo letto 4.593 volte
, Enna
Il palazzo municipale di Valguarnera (Google Street View)

A denunciare la vicenda un ex consigliere comunale, Giuseppe Interlicchia, che ha scoperto il documento con il quale un profugo kosovaro rifiuta aiuti di altro genere, sollecitando agli abitanti del paese esclusivamente un sostegno economico.

VOTA
0/5
0 voti

VALGUARNERA CAROPEPE (ENNA) - E' polemica a Valguarnera, in provincia di Enna, per l'autorizzazione rilasciata dal sindaco a un profugo kosovaro, con tanto di timbro del Comune e firma, a mendicare per le strade del paese. A denunciare la vicenda, ricostruita oggi dal quotidiano La Sicilia, è stato un ex consigliere comunale, Giuseppe Interlicchia, che ha scoperto il documento con il quale il profugo rifiuta aiuti di altro genere, ad esempio prodotti alimentari, sollecitando agli abitanti del paese esclusivamente un sostegno economico.

"Ad essere penalizzati - afferma Interlicchia - sono i cittadini indigenti di Valguarnera, quelli che non arrivano a fine mese, che pagano le tasse più alte della provincia di Enna senza distinzioni di reddito". Il sindaco Francesco Draià ha motivato la sua autorizzazione sostenendo che la persona in questione "è stata segnalata dal parroco della Chiesa madre, don Francesco Rizzo". "Prima di rilasciare l'autorizzazione (che in passato era stata rilasciata anche dal precedente sindaco e da sindaci di altri paesi) ho avvisato - conclude Draià - sia la Polizia municipale sia il maresciallo dei carabinieri". (ANSA).