Live Sicilia

province

I lavoratori si mobilitano
Assemblee nelle sedi degli enti


Articolo letto 20.616 volte
, Agrigento, Caltanissetta, Enna, Messina, Ragusa, Siracusa, Trapani

Il ritardo dell'approvazione della legge mette a rischio l'erogazione dei servizi a loro attribuiti e le conseguenti garanzie occupazionali dei dipendenti degli Enti. Martedì 8 marzo alle 11 convocate due ore di riunione di tutto il personale.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - I dipendenti delle 9 ex province siciliane, allarmati per la mancata approvazione da parte dell'assemblea regionale siciliana della legge sui liberi consorzi comunali che dovrà fissare le elezioni per i nuovi organi assembleari ed esecutivi e recepire i rilievi mossi dal Governo sul voto ponderato e sulla non elettività della Giunta, hanno proclamato una giornata di assemblea nelle loro sedi. Domani terranno dalle ore 11 alle ore 13 assemblee presso le sedi delle nove ex Province regionali perché il ritardo dell'approvazione della legge mette a rischio l'erogazione dei servizi a loro attribuiti e le conseguenti garanzie occupazionali dei dipendenti degli Enti.