Live Sicilia

nel trapanese

Rapina e aggressione a Marsala
Fermati due tunisini


Articolo letto 6.092 volte

Un giovane sarebbe stato picchiato nel tentativo di bloccare due connazionali che si stavano allontanando a bordo del suo scooter.

VOTA
1/5
1 voto

, Cronaca, Trapani
MARSALA - I carabinieri di Marsala hanno arrestato in flagranza di reato, Faouzi Brahim di 32 anni e sottoposto a fermo Adbelaziz Elyazidi di 37. Entrambi di origine tunisina, sono ritenuti responsabili di rapinaÈ stata la vittima a raccontare quanto accaduto ai militari, avvertiti dal gestore di un bar di Petrosino. Nei pressi dell'esercizio commerciale il giovane tunisino sarebbe stato aggredito dai due connazionali che si stavano allontanando a bordo del suo scooter.

Nel tentativo di fermarli sarebbe stato aggredito e colpito con delle pietre e un cacciavite. Lasciato a terra tramortito, sarebbe anche stato derubato del cellulare e di circa 300 euro. I carabinieri, grazie alle descrizioni della vittima, sono risaliti a Brahim ed Elyazidi. Quest'ultimo, in particolare, in passato è stato raggiunto da diversi ordini di espulsione e nel febbraio del 2009 si è reso responsabile di rapina nei confronti di due fratelli di Marsala. Episodio durante il quale le vittime sono state sequestrate per ore, e una delle due avrebbe anche subito abusi sessuali. Brahim è stato sottoposto agli arresti domiciliari. Elyazidi è stato associato alla casa circondariale di Trapani.