Live Sicilia

Agrigento

Estorsioni: chiesto il processo
per un imprenditore di Siculiana


Articolo letto 8.038 volte
estorsioni, imprenditore, richiesta di condanna, Agrigento, Cronaca
Il tribunale di Palermo

L'uomo è accusato di aver imposto la fornitura di calcestruzzo a un costruttore che stava realizzando alcuni fabbricati a Porto Empedocle.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO- La direzione distrettuale antimafia ha chiesto il rinvio a giudizio dell'imprenditore Antonino Gagliano, 48 anni, di Siculiana (Ag), accusato di due estorsioni con metodo mafioso. L'udienza preliminare si celebrerà il 16 marzo davanti al Gup di Palermo Alessia Geraci. Gagliano venne arrestato all'inizio dello scorso novembre. Il tribunale del Riesame, accogliendo in parte il ricorso della difesa, il 26 novembre scorso l'ha rimesso in libertà, sostituendo la custodia cautelare in carcere con l'obbligo di firma da adempiere 3 volte la settimana. Gagliano in questa inchiesta è accusato di aver imposto la fornitura di calcestruzzo a un costruttore che stava realizzando alcuni fabbricati a Porto Empedocle (Ag). (ANSA)