Live Sicilia

L'intervista a Sky

Il Ponte di Messina? Cantone:
"Mi chiedo se sia utile"


Articolo letto 7.525 volte

Il presidente dell'Authority anticorruzione: "L'opera non avrebbe senso senza un impianto infrastrutturale nella zona, con la Salerno-Reggio Calabria che non è finita". Messina (Idv):"Non serve, si pensi prima alle opere davvero utili".


ROMA - Costruire il Ponte di Messina "è una scelta politica. Ma non si possono non fare le opere pubbliche per paura del rischio di infiltrazioni della criminalità. Non saremmo uno stato credibile. Mi chiedo però se sia utile". Lo ha detto Raffaele Cantone, a capo dell'Authority anticorruzione, a 'L'intervista di Maria Latella' su Sky. "Sono meridionale - ha aggiunto - fare il ponte di Messina non avrebbe senso senza un impianto infrastrutturale nella zona, con la Salerno-Reggio Calabria che non è finita. Mi trovo d'accordo con il ministro Del Rio" ha concluso Cantone.

"Tutte le opere pubbliche sono fattibili. Il problema è verificare se servono e , per come è il sistema di trasporto calabrese e siciliano, non serve". Così il segretario nazionale Idv Ignazio Messina, che ha osservato: "I lavori di ammodernamento dell'autostrada Salerno-Reggio Calabria durano da 30 anni e ancora non sono completati. Piuttosto che evocare un'opera mastodontica e costosissima come il Ponte sullo Stretto noi di Idv crediamo che sarebbe decisamente più opportuno dare al Sud una rete autostradale e una ferroviaria degne di questo nome. Cui prodest attraversare lo Stretto in pochi minuti se per arrivarci continuano ad essere necessarie ore e ore di viaggio in auto con un continuo e pericoloso slalom tra i cantieri?. E le cose non vanno meglio se si sceglie il treno: l'Alta velocità si ferma a Salerno – ha ricordato - mentre più a Sud ci sono ancora linee a binario unico o non elettrificate. Prima che alle suggestioni, buonsenso dunque vorrebbe si pensi prima alle opere davvero utili".