Live Sicilia

Palermo

Fuochi per il fratello detenuto
Denunciato vicino all'Ucciardone


Articolo letto 12.363 volte
denunce, fuochi d'artificio, polizia, ucciardonew, Cronaca

Controlli a tutto spiano nel fine settimana da parte della polizia. Sette denunce in sei diversi episodi.

VOTA
3.7/5
7 voti

PALERMO - Si vedevano da lontano. Quelle scintille e poi le luci colorate arrivavano dalla strada e illuminavano l'area vicina al carcere, in via piano dell'Ucciardone all'altezza di via dell'Arsenale. In corso c'era una piccola festa e, a confermarlo, è stato un uomo fermato dalla polizia. Gli agenti l'hanno individuato a pochi passi dalla casa circondariale ed hanno accertato che i fuochi d'artificio venivano esplosi senza alcuna autorizzazione, mettendo quindi a rischio l'incolumità di passanti ed automobilisti. "Erano per mio fratello che è in carcere, oggi è il suo compleanno", ha risposto ai poliziotti. Per lui è scattata la denuncia a piede libero.

Ma i controlli della polizia nel corso dell'ultimo fine settimana non si sono fermati qui. Altre sei persone sono infatti state denunciate. Sabato gli agenti sono intervenuti in un noto centro scommesse di corso Calatafimi, dove era stata segnalata la presenza di un uomo armato: si trattava di un 75enne abituale frequentatore del centro che in seguito ad una lite con un altro cliente aveva impugnato una pistola e l'aveva minacciato di morte. Poi era tornato a casa per nascondere l'arma e, proprio nell'appartamento, è scattato il sequestro da parte della polizia. Denunciato anche un 65enne, trovato in possesso di sostanza stupefacente e due coltelli a serramanico nella zona della movida palermitana.


Nei guai anche un uomo che aveva poco prima picchiato la moglie nella zona della Fiera del Mediterraneo: una lite era sfociata in violenza, tanto da rendere necessario l'intervento del 118. La polizia è intervenuta anche in piazza Verdi, ieri sera intorno alle 23:00. Una pattuglia ha individuato un russo ed un romeno su un'auto: erano scappati da un ristorante senza pagare il conto. La loro fuga è durata poco, visto che stati bloccati a pochi metri dal locale. Uno dei due, il cittadino russo, era senza permesso di soggiorno, nei suoi confronti è già stato emesso un provvedimento espulsivo. Infine, in piazza Alcide Gasperi, un 25enne pregiudicato è stato sorpreso alla guida di uno scooter senza targa ed è stato sottoposto a controllo. Il mezzo è risultato rubato ed il giovane è stato denunciato per il reato di ricettazione.