Live Sicilia

Palermo

La "fuitina" al tempo di Internet
Ritrovati due giovani innamorati


Articolo letto 5.308 volte
adolescenti, carabineiri, carini, chat, chi l'ha visto, fuga d'amore, fuitina, internet, palermo, ragazzi scomparsi, Cronaca

La storia (a lieto fine) di due minorenni, lui di Milano, lei del capoluogo siciliano. I carabinieri li hanno rintracciati dopo alcuni giorni di allontanamento dalle proprie famiglie.

VOTA
2.3/5
3 voti

PALERMO - Non volevano che la loro relazione fosse soltanto virtuale. Tutto era iniziato con lo scambio di alcune foto, poi avevano poi approfondito la loro conoscenza via chat. Avevano voglia di guardarsi negli occhi, di tenersi per mano. E di mettere da parte il mondo di Internet che, nonostante avesse permesso loro di conoscersi, accentuava adesso la distanza.

Lui abita a Milano, lei a Palermo. Sono due adolescenti, mossi dalla curiosità e dall'entusiasmo di quello che, un clic dopo l'altro, si è trasformato in un vero e proprio sentimento. Al punto da condurli ad una fuga d'amore: una decisione presa per il timore della reazione dei propri genitori, che negli scorsi giorni si sono rivolti ai carabinieri perché dei due ragazzi non c'era più traccia.

Lei 14 anni, lui 16, si sono incontrati a Carini. Il giovane ha preso un volo che da Bergamo l'ha condotto a Punta Raisi, la ragazza è invece salita a bordo di un pullman e con il cuore che le batteva forte lo ha raggiunto nella cittadina alle porte di Palermo. Hanno tarscorso insieme una giornata. Ventiquattro ore interminabili per le loro famiglie, che nel frattempo hanno anche chiesto aiuto alla trasmissione "Chi l'ha visto?". Non immaginavano che dietro a quell'incubo si celasse un sogno d'amore. Per i loro figli il salto dal mondo virtuale a quello reale era stato breve e, anche ai tempi di Internet, la "fuitina" si è concretizzata.

Almeno fino a quando i due non hanno riacceso i cellulari. A quel punto per i carabinieri è stato semplice individuare la giovanissima coppia. Entrambi non volevano che le loro famiglie li rintracciassero, ma un militare donna della stazione Palermo Centro è riuscita ad intuire le loro intenzioni e a fare cambiare idea ai due adolescenti. La loro favola si è conclusa con un lieto fine, ma con il ritorno a casa.