Live Sicilia

Caltanissetta

Droga ed estorsioni
Dodici condanne in appello


caltanissetta, condanna, droga, estorsioni, Caltanissetta, Cronaca

Secondo l'accusa gli imputati erano componenti di due gang criminali, attive a Caltanissetta tra il 2009 e il 2010. (nella foto il tribunale)

VOTA
0/5
0 voti

CALTANISSETTA - La Corte d'Appello di Caltanissetta ha condannato dodici imputati, infliggendo loro pene comprese tra uno e 6 anni di reclusione, nel processo per le inchieste "Cobra", "Figaro" e "Giro di vite". Secondo l'accusa gli imputati erano componenti di due gang criminali, attive a Caltanissetta tra il 2009 e il 2010; associazione a delinquere, spaccio di stupefacenti, rapine, furti, estorsioni e danneggiamenti le accuse contestate a vario titolo agli imputati. I giudici hanno ridotto le pene rispetto al processo di primo grado e inflitto 6 anni a Ivan Alletto, 5 anni a Marco Bellomo detto "lo squalo", 5 anni e 10 mesi al collaboratore di giustizia Elia Di Gati in continuazione con altre condanne riportate in passato, 4 anni a Giuseppe Di Gati, 3 anni a Danilo Villa, 2 anni e 6 mesi a Bechir Harchay, 2 anni e 2 mesi ciascuno a Michael Alba e Gianluca Bellomo, 2 anni a testa a Davide Oliva e Guido Rizza e 1 anno ciascuno a Alessandro Scarlata e al collaboratore di giustizia Daniele Condorelli; costoro avevano scelto il rito abbreviato. Attualmente è pendente in appello il troncone processuale principale. (ANSA)