Live Sicilia

Caltanissetta

Droga ed estorsioni
Dodici condanne in appello


Articolo letto 5.191 volte
caltanissetta, condanna, droga, estorsioni, Caltanissetta, Cronaca

Secondo l'accusa gli imputati erano componenti di due gang criminali, attive a Caltanissetta tra il 2009 e il 2010. (nella foto il tribunale)

VOTA
0/5
0 voti

CALTANISSETTA - La Corte d'Appello di Caltanissetta ha condannato dodici imputati, infliggendo loro pene comprese tra uno e 6 anni di reclusione, nel processo per le inchieste "Cobra", "Figaro" e "Giro di vite". Secondo l'accusa gli imputati erano componenti di due gang criminali, attive a Caltanissetta tra il 2009 e il 2010; associazione a delinquere, spaccio di stupefacenti, rapine, furti, estorsioni e danneggiamenti le accuse contestate a vario titolo agli imputati. I giudici hanno ridotto le pene rispetto al processo di primo grado e inflitto 6 anni a Ivan Alletto, 5 anni a Marco Bellomo detto "lo squalo", 5 anni e 10 mesi al collaboratore di giustizia Elia Di Gati in continuazione con altre condanne riportate in passato, 4 anni a Giuseppe Di Gati, 3 anni a Danilo Villa, 2 anni e 6 mesi a Bechir Harchay, 2 anni e 2 mesi ciascuno a Michael Alba e Gianluca Bellomo, 2 anni a testa a Davide Oliva e Guido Rizza e 1 anno ciascuno a Alessandro Scarlata e al collaboratore di giustizia Daniele Condorelli; costoro avevano scelto il rito abbreviato. Attualmente è pendente in appello il troncone processuale principale. (ANSA)