Live Sicilia

enna

Furti nei bancomat
Nove arresti


Articolo letto 4.726 volte
VOTA
0/5
0 voti

bancomat, enna, Enna
ENNA - Una banda specializzata in furti ai bancomat è stata sgominata nell'operazione, denominata "21", della Squadra mobile di Enna, in collaborazione con quella di Catania e con il commissariato di Nicosia. Nove le ordinanze di custodia cautelare agli arresti domiciliari, eseguite all'alba. Gli arrestati sono il basista, Mario Bonelli, 25 anni, di Nicosia, la longa manus ennese, interfaccia dei complici, tutti del quartiere catanese di Librino, che avrebbe fornito le informazioni e il supporto per i furti; Angelo Magrì, 44 anni; i fratelli Pietro e Vincenzo Verga, 41 e 42 anni; Angelo Verga, 25 anni; Michael Nicotra, 23 anni; Giuseppe Caruso, 25 anni; Salvatore "Sam" Privitera, 19 anni; Salvatore Cosentino, 23 anni. Sono accusati in concorso del tentato furto del bancomat della Banca nazionale del lavoro, installati negli ospedali Basilotta di Nicosia e del furto al Branciforti di Leonforte. Il primo furto fallì perché si azionò il sistema macchia banconote. Secondo gli inquirenti, Magrì sarebbe stato il mandante mentre Vincenzo e Pietro Verga gli autori materiali. Bonelli era già finito nelle maglie della polizia quando era stato arrestato in flagranza, qualche mese fa, mentre a Nicosia riscuoteva una tangente chiesta a un imprenditore che si era aggiudicato un appalto pubblico. La polizia si è messa sulle tracce della banda dopo avere arrestato Bonelli. A carico degli indagati ci sono intercettazioni che proverebbero i contatti e l'organizzazione dei sopralluoghi. È emerso che utilizzavano come parole in codice le partite di calcetto e definivano le forze dell'ordine "l'altra squadra".