Live Sicilia

Regione

Ex Tabella H: ecco il bando
I requisiti per partecipare


Articolo letto 7.172 volte

Approvato l'Avviso da 13 milioni per gli enti che non hanno ricevuto contributi in Finanziaria.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Il bando è pronto. Ed è stato approvato ieri dalla giunta di governo. È quello al quale dovranno partecipare gli enti, le associazioni e le fondazioni che non hanno ricevuto finanziamenti diretti in Finanziaria. Quei contributi che una volta formavano la cosiddetta “ex tabella H”. Ma la Finanziaria ha previsto che questi fondi vadano distribuiti attraverso, appunto, un avviso pubblico che disciplina requisiti e punteggi. I contributi previsti ammontano a quasi 13 milioni di euro.

Quali sono allora questi requisiti necessari per partecipare al finanziamento? Innanzitutto l'aspirante beneficiario dovrà presentare una “relazione dettagliata” relativa alla struttura dell'ente, ai curricula degli operatori, del personale e dei componenti del consiglio di amministrazione, oltre all'elenco dettagliato delle spese del triennio precedente. La valutazione di questi titoli consentirà all'ente di ricevere un punteggio compreso tra dieci e trenta punti. Per entrare nella distribuzione dei finanziamenti serviranno almeno 70 punti su cento.

Gli altri potrebbero scaturire dai successivi requisiti richiesti. Tra questi, l'”impatto sociale e culturale dell'attività sul territorio regionale o locale”. In questo caso il punteggio potenziale va da dieci a quaranta punti. Infine, l'ente dovrà inviare una “relazione dettagliata dell'attività per la quale è richiesto il finanziamento”: da dieci a trenta punti la valutazione. A parità di punteggio, prevale l'ente che svolge quell'attività da più tempo. Non potranno partecipare ai bandi, invece, gli enti che ricevono già altri contributi regionali, eslcusi quelli per specifici progetti. Non solo. Sono esclusi anche gli enti pubblici e le strutture organizzative che dipendono da questi enti, oltre a tutti i soggetti che hanno un rapporto convenzionale con la Regione, con enti regionali e con strutture sanitarie pubbliche. Entro trenta giorni da oggi, gli enti dovranno presentare i documenti richiesti. Tra questi, anche il bilancio approvato negli ultimi tre anni.

Erano stati diversi gli enti a essere stati “tagliati fuori” dai finanziamenti insieme alla cancellazione della ex Tabella H. è scomparso, ad esempio, in occasione dell'ultima legge di stabilità, il contributo per Csei (Centro studi di economia applicata all'ingegneria, 280 mila euro), Ises (Istituto di scienze amministrative e sociali, 145 mila euro), Biblioteca fardelliana (180 mila euro), Ente luglio musicale (140 mila euro), Centro siciliano Sturzo (350 mila euro), associazione Rises (540 mila euro). Fuori dalla Finanziaria anche la Fondazione Whitaker (300 mila euro), il “Brass Group” (300 mila euro), l'Autodromo di Pergusa (500 mila euro), il polo universitario di Enna (1,7 milioni), i Consorzi universitari (6,5 milioni), l'associazione allevatori (2,775 milioni) e il Cerisdi (350 mila euro). L'ente del Castello Utveggio, però, da oggi è in liquidazione.