Live Sicilia

Alla Feltrinelli

Lorenzo Fragola a Palermo
Fans in coda dalle 7 del mattino


Articolo letto 7.246 volte
fans lorenzo fragola, feltrinelli, Lorenzo Fragola, palermo, sanremo, x factor, Cronaca
I fans di Lorenzo Fragola in coda alla Feltrinelli di via Cavour

Il cantautore catanese incontra i propri ammiratori.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - In fila da questa mattina alle ore 7 per attendere il proprio idolo, Lorenzo Fragola. I fans del talento catanese si sono dati appuntamento davanti lo store della Feltrinelli a Palermo, non curanti della pioggia e del forte vento, in attesa dell’incontro pomeridiano con il cantautore, quest’oggi nel capoluogo siciliano per presentare il nuovo album dal titolo “Zero Gravity”. Centinaia di fans in attesa dietro le transenne per incontrare il vincitore della ottava edizione del talent show “X Factor”.

“Sono qui dalle ore sette e per questo sarò la terza ad entrare per il firmacopie - commenta Carlotta Ansalone, che mostra sorridente il proprio numero di ingresso stampato sulla mano – seguo Lorenzo Fragola dal tempo di X Factor e come accaduto lo scorso anno alla ‘Mondadori’ non potevo mancare oggi”. Un popolo di giovani under 16, per lo più ragazze, giunto a Palermo da ogni parte della provincia: “Sono appena arrivata da Termini Imerese è sarò la numero 115 ad entrare – spiega delusa Anna Di Pasquale – non pensavo di trovare tutta questa fila visto che l’incontro con l’artista è fissato per questo pomeriggio alle ore 17”.

Tra le note di “Siamo Uguali”, “Fuori c’è il sole” e “Infinite Volte”, brano presentato nell’ultima edizione di Sanremo, i fans attendono l’incontro con il proprio beniamino cantando i brani più noti dell’artista italiano. “Ho sempre seguito Lorenzo Fragola da quando l’ho visto in tv per la prima volta - aggiunge Lisa Andreini - sono stata sia al concerto del 20 dicembre ad Acireale sia all’incontro con i fans del 14 aprile a Palermo, oggi sono qui per avere la firma al nuovo album, spero soltanto – conclude la giovane – che ci facciano entrare prima delle 17.00, l’attesa, infatti, sembra veramente infinita”.