Live Sicilia

La polemica

Gela, la giunta perde pezzi
Lascia l'assessore Catania


Articolo letto 3.302 volte
, Caltanissetta

"Ragioni strettamente personali". Ma ci sarebbe dell'altro.

VOTA
0/5
0 voti

GELA - La notizia ha del clamoroso. E scuote il mondo della politica a Gela. L'assessore Eugenio Catania si dimette dalla giunta Messinese. "Ragioni strettamente personali", fa sapere l'ormai ex componente dell'amministrazione nominato allo sgoccioli del 2014. Per i malpensanti Catania va via prima che fosse il sindaco a metterlo alla porta (lo ha già fatto in passato con quattro ex assessori) anche se proprio a fine estate il primo cittadino aveva categoricamente smentito un rimpasto.

Catania, che ha guidato gli assessorati Eventi e Spettacoli e Polizia Municipale, ultimamente era apparso defilato dalla vita istituzionale giustificandosi di essersi allontanato solamente per godere qualche giorno di riposo. Oggi le dimissioni ufficiali sul tavolo di Domenico Messinese che lo aveva scelto, assieme alla coppia Abela e Di Francesco, in sostituzione di tre assessori licenziati in tronco nel Natale dello scorso anno.

Più volte al centro delle polemiche, soprattutto sui social, Eugenio Catania, giovane blogger con una laurea in giurisprudenza, è stato chiacchierato per avere promosso l'installazione artistica di ombrelli colorati in piazza (risultata poi fallimentare a causa del vento che l'ha distrutta) ed avere stravolto il piano del traffico urbano.

Un nuovo nodo dunque si apre per il sindaco Messinese, espulso dal Movimento Cinque Stelle poco dopo la sua plebiscitaria elezione, che adesso dovrà partorire la sua quarta giunta a poco più di due anni dall'insediamento. Nuove grane, insomma, per Messinese. I giochi sono di nuovo aperti.