Live Sicilia

L'annuncio a Ragusa

Al via nove bandi per le pmi siciliane
Cappello: "Un treno da non perdere"


Articolo letto 8.083 volte
, Economia

Il presidente della piccola industria di Sicindustria: "Le risorse vanno spese bene".

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - I primi nove bandi del programma operativo Fesr 2014-2020 partiranno entro il prossimo 15 gennaio. Ad annunciarlo oggi, a Ragusa, in occasione dell'incontro "Sicilia2020: strumenti finanziari per lo sviluppo della Sicilia e per l'internazionalizzazione delle pmi", organizzato dalla Piccola Industria di Sicindustria insieme con il Consorzio Coexport Sicilia, Confindustria Ragusa e la rete europea Enterprise Europe Network, di cui Sicindustria è partner, è stato l'assessore regionale delle Attività produttive, Mariella Lo Bello. "Il Po Fesr Sicilia 2014-2020 - ha detto Giorgio Cappello, presidente della Piccola industria di Sicindustria a una platea di oltre 100 imprenditori - ha una dotazione finanziaria di 4 miliardi e mezzo di euro e di questi almeno un miliardo e mezzo è destinato all'innovazione e alla competitività delle piccole e medie imprese. Capite che è un treno che non possiamo perdere. Ma le risorse vanno spese bene. Basta con le logiche clientelari che finora hanno vanificato qualsiasi possibilità di sviluppo dell'Isola. Lo dico qui oggi all'assessore Lo Bello: per la Sicilia è l'ultima chance. Si cambi rotta o affondiamo tutti". In particolare Cappello si è soffermato sulle risorse destinate a ricerca, sviluppo tecnologico e innovazione (457,1 milioni di euro); alla promozione della competitività delle pmi (667,8 milioni di euro); e all'agenda digitale (342,5 milioni). "Si tratta - ha detto - di oltre 1,5 miliardi di euro che, se ben utilizzati, potranno rendere le nostre imprese sempre più competitive nel mercato globale 4.0".