Live Sicilia

La nota dell'istituto

Direttiva dell'Irsap sui nulla osta urbanistici
"Vigilanza per procedure più veloci"


Articolo letto 4.132 volte
, Economia

Il commissario Brandara: "Limite massimo di 30 giorni".

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO. Maggiore vigilanza e controllo da parte della dirigenza sull’operato degli uffici periferici per i tempi di rilascio di qualsiasi nulla osta o certificato utile a consentire nuovi insediamenti industriali o ad ampliare quelli esistenti. E’ questo il contenuto della direttiva con cui l’Irsap Sicilia, Istituto regionale per lo sviluppo delle attività produttive, risponde e intende porre fine alle lamentele sollevate da imprenditori che si sono insediati negli agglomerati industriali territoriali o che intendono farlo, per gli eccessivi tempi di attesa per il rilascio di nulla osta urbanistici e certificazioni indispensabili per avviare gli adempimenti di concessione da parte dei Comuni competenti per territorio, per ampliare insediamenti industriali esistenti o crearne di nuovi.

“Qualsiasi nulla osta o certificazione va rilasciato entro i tempi previsti dalla normativa vigente in materia, ovvero massimo 30 giorni, superati i quali si deve ritenere favorevole il parere per silenzio assenso – dice il commissario straordinario Irsap Sicilia, Maria Grazia Elena Brandara, che ha inviato una direttiva rivolta ai dirigenti responsabili degli uffici periferici Irsap per vigilare sui tempi di rilascio di nulla osta e certificati – L’Istituto vuole stare al fianco degli imprenditori per facilitare l’iter e le pratiche di insediamento nelle nostre aree industriali nel rispetto dei tempi previsti dalla legge, e – continua - con un occhio sempre attento a prevenire fenomeni di corruzione, su cui non mi stancherò mai di porre l’accento, per dare luogo a processi trasparenti ed efficienti, e agevolare così lo sviluppo delle attività produttive”.

Nella direttiva si invitano i dirigenti a predisporre tutti gli atti necessari alla modifica di regolamenti e norme di attuazione dei piani regolatori delle aree industriali di competenza dell’Ente, in cui sia esplicitamente previsto il termine massimo di 30 giorni per il rilascio di qualsiasi nulla osta o certificato, e che oltre questo termine, in caso di silenzio dell’Ufficio competente, lo stesso nulla osta sia da ritenersi rilasciato favorevolmente.