Live Sicilia

Riaperto lo scalo

Volo libico dirottato a Malta
Si è arreso il terrorista


Articolo letto 86.066 volte
aereo dirottato malta, malta volo dirottato, terrositi su aereo volo dirottato, volo dirottato malta, volo libico dirottato
L'aereo dirottato sulla pista di Malta.

Si tratta di un ragazzo di 23 anni che si è consegnato alla polizia. Liberati i 118 ostaggi.

VOTA
0/5
0 voti

MALTA - Allarme rientrato per il volo libico dirottato a Malta questa mattina: il dirottatore, un ragazzo di 23 anni, è sceso dall'aereo e si è consegnato alla polizia che lo ha ammanettato e portato via. Liberi senza conseguenze tutti i passeggeri. Il terrorista ha detto di far parte della tribù Toubou, a sud della Libia: voleva formare un partito pro-Gheddafi, illegale stando a quanto previsto dalla nuova costituzione libica.

A bordo dell'A320 dell'Afriqiyah Airlines, partito dalla città di Sebha e diretto a Tripoli, c'erano 118 persone, 111 passeggeri e sette membri dell'equipaggio. L'aeromobile è rimasto fermo sulla pista dell'aeroporto Luqa di La Valletta che è stato immediatamente chiuso: la Polizia ha parlato con l'attentatore, che inizialmente si pensava avesse un complice. Dopo circa due ore sono stati liberati prima donne e bambini, poi tutti i passeggeri. A bordo sarebbe rimasto soltanto l'equipaggio.

Il traffico aereo in entrate e in uscita dall'isola è rimasto bloccato per ore. Tutti i voli sono stati dirottati su Palermo e Catania. Gli aerei di Ryanair e Lufthansa sono rimasti fermi sulla pista, con i passeggeri che non potevano scendere mentre si provvedeva per far arrivare loro cibo e acqua. Intorno alle 12.30 lo scalo è stato riaperto, con notevoli ripercussioni sulla tabella di marcia.