Live Sicilia

Enna

Minacce di morte a un disabile
Scattano due arresti


Articolo letto 10.002 volte
, Cronaca, Enna

Sotto i riflettori degli inquirenti anche le intercettazioni.

VOTA
0/5
0 voti

ENNA - Avrebbero minacciato di morte un disabile di 52 anni per obbligarlo a comprare telefoni e tablet per 6mila euro e ad attivare un prestito di 10mila euro con un banca, facendosi consegnare gli apparati e i soldi. E' l'accusa contestata dalla Procura di Enna a Giuseppe Di Dio, di 38 anni, e a Salvatore Cammalleri, di 52, che sono stati arrestati dalla Guardia di Finanza per circonvenzione di incapace e tentata estorsione. Le indagini, avviate dopo la denuncia della vittima, si sono avvalse anche di intercettazioni durante le quali sono emerse minacce di morte: "dove ti trovo ti trovo ti faccio fuori - dice uno dei due indagati 'ascoltato' dalle Fiamme gialle - ti scanno, ti prendo il cuore e me lo mangio () perché se non li paghi ti giuro che ti scippo la testa, dove sei sei, e me ne sto andando fino dai tuoi fratelli e i primi schiaffi li prendono i tuoi fratelli". Le continue pressioni esercitate da parte dei due malviventi hanno indotto la vittima a barricarsi in casa terrorizzata, per più giorni. A conclusione degli accertamenti della Guardia di finanza la Procura di Enna ha chiesto, e ottenuto dal Gip, l'emissione di un'ordinanza cautelare nei confronti dei due indagati. (ANSA)