Live Sicilia

Agrigento

La Valle dei templi
Nel 2016 boom di visite


Articolo letto 8.291 volte
boom visite valle templi agrigento, giardino Kolymbethra, valle templi agrigento, Agrigento

Oltre 700mila persone hanno fatto visita al parco archeologico.

VOTA
0/5
0 voti

AGRIGENTO - È boom di visite per la Valle dei templi di Agrigento nel 2016. Più di 700mila persone hanno infatti fatto visita all'importante parco archeologico, a conferma di un momento positivo, dal punto di vista turistico, per il capoluogo che ha dato i natali a Pirandello. Che fosse un anno straordinario lo si era capito già dall’estate quando, nei mesi di giugno, luglio e agosto, erano state toccate le 500mila presenze: 140mila turisti hanno visitato la Valle nel solo mese di agosto, facendo registrare un +15% di presenze rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

Le visite sono lievitate anche negli altri mesi dell’anno grazie ad eventi collaterali come il “Treno della Valle”, che accompagna i turisti da Porto Empedocle al giardino della Kolymbethra, all’interno del parco. Proprio quest’ultimo, l’immenso giardino gestito dal Fai, ha anche registrato aumenti di rilievo, passando da 60mila visitatori circa nel 2015 a più di 80mila nel 2016. La promozione per le prime domeniche del mese (ingresso gratuito) e le visite notturne durante i mesi estivi hanno fatto il resto, permettendo al parco gestito, dall’architetto Giuseppe Parello, di raggiungere numeri altissimi senza fermarsi, grazie anche a nuovi percorsi e ai successi di eventi come il Google Camp, che per il secondo anno consecutivo ha ospitato ai piedi del tempio della Concordia centinaia di vip.

Numeri positivi che potrebbero migliorare ancora: nel 2016 infatti è stato scoperto il nuovo teatro ellenistico all'interno del parco e a marzo dovrebbero riprendere gli scavi per portarlo alla luce. L’idea del direttore, d’accordo con gli archeologi autori dell’importante scoperta, è stata quella di aprire gli scavi a tutti coloro che volessero seguirli per un percorso che permette di vedere da vicino le operazioni di recupero e le nuove scoperte fatte all’interno dell’area. L’idea si è dimostrata di successo, raccogliendo migliaia di persone, molti dei quali studenti, provenienti dalle scuole dell’agrigentino. La bellezza dei templi ha attirato inoltre l’attenzione di Nationale Geographic, che in questi giorni sta girando un documentario, diretto da Joel Edwards, proprio all’interno del parco, dal titolo “The Origins”.