Live Sicilia

METEO

Nuova allerta meteo
Ancora gelo al Sud


Articolo letto 45.398 volte
maltempo, nuova allerta protezione civile, previsioni meteo

Nel fine settimana si annuncia una nuova ondata di freddo polare.

VOTA
0/5
0 voti

ROMA - Non si allenta la morsa del gelo sull'Italia, come del resto su tante parti d'Europa. E se per domani alcuni siti meteo prevedono rialzi delle temperature, nel fine settimana o al massimo all'inizio della prossima si annuncia una nuova ondata di freddo polare. Intanto il Nord, finora soleggiato, vede arrivare la neve, mentre al Centro-Sud continuano i disagi causati dalla neve e dal ghiaccio: Comuni isolati, scuole chiuse o aperte ma con gli alunni all'addiaccio, problemi idrici causati dal gelo. La Protezione Civile ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse che prevede il persistere di nevicate, localmente fino al livello del mare, su Abruzzo, Molise, Basilicata e Puglia, sopra i 200-400 metri sulla Calabria e sopra 600-800 metri sulla Sicilia. Da stasera sono previste precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale accompagnate da forti raffiche di vento e locali grandinate, sulla Sicilia.

Le temperature molto basse determineranno ancora diffuse gelate. In Puglia, dopo la breve tregua di ieri, le temperature si sono nuovamente abbassate e nevica sulla Murgia barese e in alcune zone del Subappennino dauno. L'80% delle scuole sono chiuse anche oggi nella regione e in quelle rimaste aperte gli studenti lamentano aule fredde; in numerosi Comuni le scuole saranno chiuse anche domani. Mezzi dell'Esercito e dell'Aeronautica sono ancora in azione per liberare le strade, raggiungere masserie e Comuni isolati e per soccorrere persone rimaste bloccate dalla neve e dal gelo. A Matera, in Basilicata, ora è il ghiaccio il problema principale e per liberare le strade è al lavoro anche l'Esercito. La situazione viaria è critica soprattutto al confine con la Puglia. Nevicate anche in Calabria, ma senza particolari disagi finora. Riaprono domani le scuole ad Avellino e in molti Comuni della provincia, mentre in altri, soprattutto dell'Alta Irpinia e della Valle del Cervaro, al confine con la provincia di Foggia, gli istituti resteranno chiusi anche domani. A causa delle temperature polari, guasti e disservizi si sono verificati sulla rete idrica: da stasera e fino a domani mattina rubinetti a secco ad Avellino, per consentire la sostituzione dei contatori ghiacciati e gli interventi di riparazione alle condotte danneggiate dalle nevicate.

La neve ha fatto capolino anche a Capri e Ischia, mentre a Benevento dopo l'emergenza di ieri domani riapriranno le scuole. In Abruzzo, scuole chiuse a Pescara anche oggi a causa delle abbondanti nevicate, che hanno anche provocato disagi e ritardi all'aeroporto. A Schiavi di Abruzzo, Comune a 1.172 metri di quota in provincia di Chieti, il sindaco ha chiesto l'invio di un 'gatto delle nevi' per poter raggiungere un centinaio di persone rimaste isolate. E ci sono ancora migliaia di persone senza acqua nella regione a causa del gelo: i tecnici stanno lavorando h24 e si prevede un ritorno alla normalità nel giro di 48 ore. A Firenze continua l'ondata di freddo che da giorni attanaglia il capoluogo toscano. Domani è previsto un picco, con rischio ghiaccio e temperature che potranno arrivare a -5. Allarme anche in Emilia Romagna, per le temperature 'estreme' che sono previste soprattutto in nottata. Nevica da stamani anche lungo la costa marchigiana, dove si registrano incidenti stradali dovuti al ghiaccio. Continua l'ondata di freddo anche in Veneto, specie sulle zone montane dove le minime sono di 4-5 gradi sotto la media stagionale, con una punta di -22,3 gradi su Dolina Campoluzzo, a 1.768 metri nel vicentino. A Torino è arrivata la prima neve dell'anno. Secondo l'Agenzia regionale per la protezione ambientale (Arpa), i fenomeni si esauriranno nella tarda serata, quando è previsto un ulteriore diminuzione delle temperature, già ampiamente al di sotto dello zero anche nei giorni scorsi. (ANSA).