Live Sicilia

Palermo

Ztl, telecamere dal primo febbraio
Operai al lavoro in cinque punti



Ecco dove sono posizionati gli occhi elettronici che multeranno chi entra senza pass.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Gli automobilisti facciano attenzione: dal primo febbraio verranno attivate le prime cinque telecamere per la Ztl. Gli operai della Project automation di Monza, che hanno curato l’installazione delle telecamere ad Agrigento, Taormina, Napoli e Bologna, dopo aver fatto ieri i sopralluoghi nel capoluogo siciliano, hanno iniziato stamattina a montare gli occhi elettronici che immortaleranno le auto prive di pass o autorizzazione per la Zona a traffico limitato di Palermo, per le quali scatterà la multa.

Entro questa settimana verrà completata l’installazione delle telecamere e, nei prossimi 15 giorni, si procederà con l’attivazione dell’energia elettrica e delle sim, oltre che con la formazione del personale della Polizia municipale e l’individuazione dei luoghi in cui posizionare server e computer di controllo.

“Abbiamo previsto l’attivazione delle telecamere per il primo febbraio – dice l’assessore alla Mobilità Giusto Catania – nei prossimi giorni stabiliremo dove posizionare altre due telecamere che finanzieremo grazie a un vecchio progetto”. Le prime cinque saranno infatti a Porta Felice, via Porto Salvo, via Roma (altezza Stazione), via Gagini e via Volturno (alle spalle del Massimo). “Le telecamere saranno sempre accese – spiega l’assessore – ma soltanto nelle ore in cui è in vigore la Ztl fotograferanno le vetture prive del pass o non iscritte in lista bianca”. Le immagini andranno al server dei vigili, che poi potranno elevare la multa.

Una volta che il sistema sarà completato, con 12 o 13 telecamere, la gestione passerà ad Amat e si potrà attivare il pagamento posticipato, ossia entro le 24 ore successive all’accesso. “Man mano che verranno accese le telecamere, impiegheremo la Polizia Municipale in altri punti della Ztl”, spiega Catania.