Live Sicilia

PALERMO

L'incidente mortale a Brancaccio
Identificata la vittima di 22 anni


Articolo letto 23.315 volte
brancaccio, corso dei mille, incidente, incidente mortale a brancaccio, morto giovane a brancaccio, nome morto incidente brancaccio, tunisino, via salemi, Cronaca, Palermo
Il luogo dell'incidente a Brancaccio

Dopo 48 ore di ricerche ha un nome il giovane deceduto in seguito allo scontro con un'auto.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Dopo due giorni ha finalmente un'identità il giovane rimasto ucciso nell'incidente stradale di lunedì sera a Brancaccio. Si tratta di Hadri Yacoub, un tunisino di 22 anni senza fissa dimora.

Il riconoscimento presso l'istituto di medicina Legale del Policlinico è stato effettuato stamattina dalla compagna del ragazzo, che vive fuori città ed è giunta soltanto oggi a Palermo. Un vero e proprio rompicapo quello che nelle ultime ore gli investigatori si sono trovati di fronte, visto che al momento del tragico incidente Yacoub non aveva alcun documento addosso, né cellulare.

Si trovava inoltre a bordo di una bici elettrica, un mezzo per il quale non è necessario alcun contratto di assicurazione che avrebbe potuto far risalire alla sua identità. A rendere ancora più misteriosa la vicenda, il fatto che a Brancaccio nessuno avesse riconosciuto il giovane: non abitava nella zona e in base agli accertamenti dell'Infortunistica girovagava per la città.

Ieri a mettersi in contatto con la polizia era stato un parente che abita a Palermo. Sospettava di conoscere il 22enne che ha perso la vita nel terribile schianto in via Salemi ed ha così messo in contatto le forze dell'ordine con la compagna del tunisino.

Quest'ultima si è dunque messa in viaggio per effettuare il riconoscimento ufficiale. Il nome già emerso ieri è quindi stato confermato, così come la nazionalità e l'età del ragazzo, che con la donna aveva un figlio di tre anniA non lasciare scampo al nordafricano le gravi ferite interne: nell'impatto con la Fiat Punto guidata da un 37enne ha violentemente battuto la testa e il petto.