Live Sicilia

Città metropolitana

Studenti disabili, caos servizi
Domani vertice in Regione


Articolo letto 2.739 volte

Alta tensione fra operatori e famiglie, con le forze dell'ordine che sono intervenute oggi all'ex Provincia.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Servizi al palo, conflitti di competenze e alunni disabili che restano a casa. E’ cominciato nel peggiore dei modi il 2017 delle scuole superiori della provincia di Palermo, che devono fronteggiare, oltre al freddo, anche i problemi per i servizi agli studenti diversamente abili.

La competenza dei servizi è infatti passata in pianta stabile alla Regione, che deve a questo punto stanziare le somme e avviare la macchina: peccato che ad oggi, nonostante la scuola sia ricominciata, la Regione non abbia ancora impartito le dovute disposizioni a liberi consorzi e città metropolitane. Per domani mattina è previsto un vertice, nel corso del quale Palermo batterà i pugni sul tavolo anche per quanto riguarda la dotazione finanziaria prevista che sarebbe di gran lunga inferiore a quella necessaria.

Ma il capoluogo siciliano deve fronteggiare altri due problemi: sul trasporto sono andate deserte ben due gare e, se non dovesse avere successo nemmeno la manifestazione di interesse, l’ex Provincia dovrebbe ricominciare da capo; inoltre oggi una cooperativa che opera nella parte occidentale del territorio ha comunicato l'interruzione dell’igienico-sanitario per l'alto costo del personale con il risultato che, senza l’ausilio di altre cooperative, bisognerà andare a gara con conseguente allungamento dei tempi.

Una situazione drammatica che ha portato oggi operatori e famiglie a protestare sotto gli uffici dell’ex Provincia, costringendo le forze dell’ordine a intervenire. “La colpa non è nostra – dicono dalla città metropolitana – purtroppo ci sono problemi con le cooperative e i cambi alla normativa hanno complicato le procedure. Speriamo di poter tornare alla normalità la prossima settimana”.