Live Sicilia

Dall'aeroporto di Palermo

Boom di passeggeri per Volotea
Sfondato il muro dei 400mila


Articolo letto 4.312 volte
, Economia

Da Punta Raisi sette collegamenti in Italia e dodici all’estero.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Volotea, la compagnia aerea che collega città di medie e piccole dimensioni con base a Palermo, taglia un altro importante traguardo: nel 2016 sono infatti stati circa 400.600 i passeggeri che hanno scelto la low cost per i propri spostamenti dal Falcone Borsellino, con un incremento del +4% rispetto al 2015. Ma non solo: con 19 rotte per il 2017, il vettore stima una crescita del 12%.

“Nonostante il 2016 sia stato un anno particolare per il settore viaggi, influenzato da tantissimi eventi a livello internazionale, siamo felici di essere riusciti a mantenere risultati positivi presso lo scalo palermitano – afferma Carlos Muñoz, Presidente e Fondatore di Volotea –. Circa 400.600 i passeggeri che hanno scelto di atterrare o decollare a Palermo a bordo dei nostri aeromobili e per il 2017 scendiamo in pista con un’offerta che prevede più di 568.600 posti distribuiti su oltre 4.400 voli verso 19 destinazioni. Infine per i prossimi 12 mesi aumenteremo del 12% il numero di rotte disponibili. Ci auguriamo di poter raggiungere presto nuovi traguardi a Palermo e nel resto del nostro network”.

Il vettore insieme al management dell’aeroporto di Palermo, ha ideato un ventaglio di destinazioni ricchissimo, che prevede 7 collegamenti in Italia (Bari, Genova, Napoli, Olbia, Torino, Venezia e Verona) e 12 all’estero. Verso la Spagna si decolla alla volta di Malaga, Ibiza e Palma di Maiorca, in Francia il vettore collega Palermo con Nantes, Bordeaux, Tolosa, Strasburgo e Nizza, infine il network verso la Grecia prevede collegamenti con Atene, Creta, Santorini e Corfù. A gennaio 2017, Volotea ha raggiunto i 10 milioni di passeggeri trasportati a partire dal 2012, anno in cui è decollato il suo primo volo. Nel 2016 Volotea ha sperimentato un significativo incremento in termini di voli operati, diventando la compagnia aerea low cost che, in percentuale, è cresciuta più velocemente tra le grandi low cost europee. La low cost ha registrato inoltre un tasso di raccomandazione del 92.5% e si è classificata, a chiusura del 2016, come quarta compagnia aerea low cost più puntuale al mondo e terza in Europa.

Nel corso del 2017 la low cost aggiungerà più di 40 nuove rotte operando un totale di 243 collegamenti in 79 città di medie e piccole dimensioni in 16 Paesi europei: Francia, Italia, Spagna, Germania, Grecia, Croazia, Repubblica Ceca, Israele, Albania, Moldavia, Portogallo, Malta, Regno Unito, Austria, Irlanda e Lussemburgo. Volotea stima, infine, di trasportare 4,3 milioni di passeggeri nel 2017. Volotea potrà contare quest’anno su una flotta di 28 aeromobili, grazie all’arrivo di 6 Airbus A319 aggiuntivi, per un totale di 10 Airbus A319 e 18 Boeing 717. Più del 40% dei voli in programma per il 2017 verrà operato con gli Airbus A319. La compagnia potrà contare su 9 basi nel 2017: Venezia, Nantes, Bordeaux, Palermo, Strasburgo, Asturie, Verona, Tolosa e Genova, la cui inaugurazione è prevista ad aprile. Volotea prevede di diventare operatore 100% Airbus nei prossimi anni. Questa decisione strategica permetterà al vettore di incrementare del 20% la sua capacità di trasporto passeggeri, passando dagli attuali 125 posti dei Boeing 717 ai 150 dei nuovi Airbus. Entrambi gli aeromobili, riconosciuti per affidabilità e comfort, dispongono di sedili reclinabili e sono il 5% più spaziosi della media. La capacità degli A319 in termini di durata del volo permetterà inoltre al vettore di operare rotte più lunghe, approcciando così nuovi mercati. Mentre il Boeing 717 ha una capacità di volo pari a 2.500 km, l'Airbus A319 può volare per ben 3.500 km. Quattro Airbus A319 sono già basati a Nantes, dove sarà allocato anche 1 degli aeromobili aggiuntivi. Gli altri 5 saranno basati a Bordeaux e Tolosa. I nuovi A319 si aggiungeranno alla flotta Volotea nel corso del primo semestre del 2017.