Live Sicilia

Oggi a Mondello

Lagalla lancia la sua "Idea"
Un laboratorio verso le regionali


Articolo letto 11.605 volte

"Un'iniziativa che nasce sopra i partiti", spiega l'ex rettore.


elezioni, Idea Sicilia, palermo, regionali, roberto lagalla, Politica
PALERMO – L'appuntamento è per oggi, contro ogni scaramanzia, venerdì 17. Roberto Lagalla, già rettore dell'Università di Palermo, ha chiamato a raccolta attraverso al sua pagina Facebook per mettere insieme idee sulla Sicilia. Vedrà la luce Idea Sicilia, un laboratorio di idee che vuole muoversi su un doppio binario, tra il web e il territorio. Fuori dai partiti. Anzi, per usare le parole dello stesso Lagalla, “sopra i partiti”.

Un'iniziativa che arriva, e di certo non a caso, a pochi mesi dalle regionali. Per le quali quello di Lagalla è, come da tradizione, uno dei nomi papabili come candidato alla presidenza. Lui stesso conferma a Livesicilia che l'iniziativa che aprirà il suo cammino venerdì pomeriggio a Mondello si muove “in una direzione che guarda alle prossime elezioni regionali. È lo scenario regionale quello a cui questo laboratorio si rivolge. Partendo però dal fatto di essere sopra i partiti, considerando anche un'esperienza, quella delle amministrative di Palermo, dove mi sembra che i due candidati maggiori abbiano fatto di tutto per scrollarsi di dosso i partiti tradizionali”.

Idea Sicilia, spiega l'ex rettore, vuole proporre “programmi sostenibili per il futuro della Sicilia”. Per riaffermare, dice Lagalla, “una politica in cui è protagonista la gente non le guerre interne ai partiti”.

Il laboratorio aggregherà sia attratevrso il web, con un portale, “sia con una serie di meet-up, incontri e ragionamenti su problemi concreti nei territori siciliani”, dice Lagalla. Che parla di una politica che vada oltre “l'etichettatura destra-sinistra” e definisce l'iniziativa “un recinto di dialogo politico sui temi dello sviluppo. Se incontreremo la politica la incontreremo sullo sviluppo e sui programmi”. Insomma, un taglio “tecnico” piuttosto che partitico. Naturale per un candidato che per profilo è stato accostato tanto al centrodestra (a cui è stato vicino in passato) quanto al centrosinistra (a cui si è avvicinato più di recente nell'era renziana). Può essere questa la premessa a una sua corsa in un quadro politico che spariglia i vecchi schemi di destra e sinistra? Lo diranno i prossimi mesi. Intanto, l'appuntamento è per le 17,30 di oggi alle Terrazze di Mondello.