Live Sicilia

Palermo

Le slot machine e il fisco
Scatta il maxi-sequestro


Articolo letto 5.295 volte
, Cronaca, Palermo
foto d'archivio

I soci sono stati denunciati per omessa e infedele dichiarazione.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - La Guardia di finanza di Palermo ha sequestrato beni del valore di circa 456 mila euro a un imprenditore di 54 anni, R.G., socio di una società in nome collettivo con sede nel capoluogo siciliano, che gestisce le slot machine. Il provvedimento è stato emesso dal Gip, su richiesta della Procura, per evasione dell'Iva e delle imposte dirette. La società non avrebbe presentato le dichiarazioni fiscali per alcuni anni e quando ha adempiuto all'obbligo, ha esposto dati non veritieri. I due soci non hanno dichiarato i redditi derivanti dagli utili prodotti in nero dall'impresa. I soci sono stati denunciati per omessa e infedele dichiarazione. Il sequestro ha riguardato beni immobili, mobili, disponibilità finanziarie e quote societarie. (ANSA).