Live Sicilia

Sanità

Approvata la rete ospedaliera
Si riapre la stagione dei concorsi


Articolo letto 88.753 volte
gucciardi, ospedali, regione, rete ospedaliera, sanità, Extra, Politica

Fumata bianca a Roma. Si potrà partire con stabilizzazioni e mobilità. LA NUOVA RETE  LE PROTESTE

VOTA
3/5
2 voti

PALERMO - È stata approvata la rete ospedaliera siciliana. La fumata bianca è infine arrivata, oggi, da Roma. E di fatte apre la stagione che dovrebbe riportare ai concorsi nella Sanità siciliana. Il Ministero dell'Economia e quello della Salute hanno quindi finalmente dato il via libera a un piano che era stato al centro di furiose polemiche. Fino a poche ore fa, in seguito alla veloce approvazione in commissione Sanità all'Ars, da dove alcuni deputati hanno chiesto, fino a poche ore fa, di “sospendere” l'iter e riportare il documento a Palazzo dei Normanni.

Ma l'assessorato ha tirato dritto. E così, con l'approvazione si apre, di fatto, la stagione dei concorsi. Che non saranno imminenti, ovviamente. Come spiegato sia dall'assessore regionale Baldo Gucciardi che dal sottosegretario Davide Faraone, si procederà dapprima con le procedure di mobilità, le stabilizzazioni. Poi i nuovi concorsi saranno il frutto di nuovi passaggi “formali” come la ridefinizione delle dotazioni organiche delle aziende. Probabilmente, queste selezioni vedranno la luce in autunno. Quando saremo a poche settimane dalle elezioni regionali.

Faraone e Gucciardi

"Il via libera definitivo alla nuova rete ospedaliera, arrivato dal vertice al ministero della Salute, è un'ottima notizia per la Sicilia: finalmente avremo servizi di qualità e all'altezza delle aspettative dei cittadini, una migliore organizzazione delle forze in campo e una distribuzione ragionata delle risorse. Venerdì a Caltanissetta, nell'ambito del pensatoio 'Cambiamenti', discuteremo insieme al mondo della sanità delle prospettive e del futuro del settore alla luce della nuova rete". Lo dice il Sottosegretario alla Salute Davide Faraone che venerdì 7 aprile aprirà i lavori della tappa nissena del pensatoio "Cambiamenti" insieme al deputato del Pd Federico Gelli, tra i fautori della nuova legge sulla responsabilità medica". Lo dichiara il sottosegretario alla Salute Davide Faraone.

"Si tratta di un risultato straordinario e sofferto ma – ha detto l'assessore alla Salute Baldo Gucciardi - la Sicilia adesso può guardare con grande fiducia al futuro della propria sanità. La certezza è che potremo sbloccare nell'immediato le immissioni in servizio delle professionalità a partire dalle aree di emergenza-urgenza. Questo traguardo complessivamente promuove l'indirizzo tracciato in questi anni, raggiungendo un risultato che viene da lontano e che dimostra oggi che la Sicilia può mettersi alla pari delle Regioni più avanzate dal punto di vista sanitario. L'assessorato – aggiunge Gucciardi - vigilerà sull'applicazione tempestiva delle Rete approvata facendosi carico contestualmente di allineare eventuali anomali, alcune delle quali sono state segnalate in questi giorni. Ascolteremo il territorio, le organizzazioni sindacali, i sindaci e le forze parlamentari, i comitati civici e quanti vorranno dare un contributo per il consolidamento di questo straordinario risultato. Abbiamo lavorato per i pazienti e per una sanità al servizio di chi sta male. Desidero rivolgere un ringraziamento al ministro della Salute Beatrice Lorenzin e a tutte le Istituzioni che hanno consentito il conseguimento del risultato”.

 LA NUOVA RETE OSPEDALIERA

LE PROTESTE