Live Sicilia

Siracusa

Il colpo di fiocina e l'incendio
Arrestato per tentato omicidio


Articolo letto 4.940 volte
, Cronaca, Siracusa

Dopo una lite per futili motivi. Ecco che cosa è accaduto.

VOTA
0/5
0 voti

SIRACUSA - Prima gli ha sparato un colpo di fiocina poi gli ha incendiato lo scooter. Futili motivi alla base del tentato omicidio e dell'incendio doloso che hanno portato all'arresto di Antonio Rossitto, carpentiere di 32 anni, di Avola. Secondo la polizia Rossitto avrebbe minacciato il fratello della sua ex compagna per dissidi personali: problemi di natura familiari sfociati in un contrasto forte tra i due. Due giorni fa Rossitto avrebbe aggredito la vittima, muratore di 36 anni, con una fiocina. Ma il colpo è stato deviato da una persona. eri prima avrebbe chiamato la sua vittima al telefono minacciando di dare fuoco allo scooter e poi intorno a mezzogiorno lo avrebbe incendiato. Quando la vittima si trovava al commissariato per denunciare l'aggressione avrebbe ricevuto un'altra telefonata nella quale Rossitto lo minacciava di incendiargli l'auto. L'uomo è stato posto agli arresti domiciliari con l'accusa di tentativo d'omicidio, atti persecutori, incendio doloso e minacce aggravate. (ANSA).