Live Sicilia

Vinitaly

Inycon 2017
La presentazione


Articolo letto 2.507 volte
VOTA
0/5
0 voti

Vinitaly 2017. Presentato presso lo stand del Distretto Vini e Sapori di Sicilia l'edizione 2017 di Inycon

E mentre la 51ma edizione di Vinitaly volge al termine, domani si chiuderà infatti la kermesse veronese dedicata all'eccellenza vinienologica italiana, il Distretto Turistico Vini e Sapori di Sicilia guarda oltre, agli appuntamenti enogastronomici che la attendono nella ormai prossima estate.

Primo tra tutti "Inycon, le stagioni del gusto", il cui programma è stato presentato martedì alle ore 12 proprio presso lo stand del Distretto (Pad. 2, Stand 18) in un dialogo a più voci, moderato da Fabio Piccoli, Direttore responsabile di Wine Meridian e alla presenza degli Assessori regionali all'Agricoltura Antonino Cracolini e al Turismo Anthony Barbagallo, del Sindaco di Menfi, Vincenzo Lotà, del Vice Sindaco e Assessore con delega alla Promozione del Territorio, Valentina Barbera e della Presidente regionale Donne del Vino, Lilly Fazio.

"Inycon nasce 22 anni fa e per una ragione molto semplice: celebrare la nascita della prima DOC del territorio e per celebrare la necessità che, dopo secoli di coltivazione della terra e cultura sapiente delle vigne, aveva necessità di comunicare come il territorio si è trasformato e come voleva evolvere, avendo un obiettivo quello di diventare un territorio di qualità che potesse offrire servizi ai consumatori e ai viaggiatori e curiosi delle realtà rurali provenienti da tutto il mondo" - ha spiegato il primo cittadino di Menfi che ha poi continuato - "Inycon mette in vetrina le proprie esperienze, le proprie risorse, gli attori del territorio e le aziende e i suoi linguaggi che riesce a elaborare per comunicare la nobiltà, la grandezza e la salvaguardia di quest'area, è una sapiente festa di contadini che si aprono al mondo e accolgono curiosi di tutto il mondo".

È così la città di Menfi, un frammento di Sicilia, incastonata fra miti colline e mare sconfinato, vocata all’agricoltura, ai ritmi lenti della terra, diventa per tre giorni il punto di riferimento per i cultori dell'enologia e per i semplici wine lovers.

La ventiduesima edizione di Inycon, organizzata dal Comune di Menfi insieme al Distretto Turistico Vini e Sapori di Sicilia, alla Strada del Vino delle Terre Sicane, all’Associazione dei produttori locali SiSTeMa Vino e alle Cantine Settesoli, andrà in scena dal 23 al 25 giugno prossimi, con il consueto, caleidoscopico, programma di iniziative.

In un’atmosfera leggera che esalta profumi e sapori della migliore enogastronomia locale e siciliana, tanti saranno i momenti di approfondimento, intrattenimento e spettacolo, per ogni gusto e per ogni età, con ospiti e artisti della ribalta nazionale, come non ha mancato di sottolineare il Vice Sindaco e Assessore con delega alla Promozione del Territorio, Valentina Barbera: " Il focus è sugli eventi enogastronomici, sulle degustazioni tecniche che animeranno tutti i cortili di via della vittoria, corso principale. Lì con relatori d'eccezione i nostri vini saranno messi a confronto tra loro ma anche con vini di altri territori, ospitati nell'ambito della manifestazione. La piazza principale di Menfi si animerà con i Laboratori del Gusto, evento realizzato in collaborazione con Slow Food: i vini saranno abbinati ad assaggi di pietanze della tradizione menfitana preparati da chef del territorio. Ma Inycon è anche momento di intrattenimento. Ogni sera, a partire dalle ore 23, sono previsti tre distinti momenti di piazza: si comincia venerdì con la comicità, sabato si prosegue con la musica e domenica con uno spettacolo che racconta il territorio si chiude in maniera ideale l'intera manifestazione", ha concluso l'Assessore Barbera.

Inycon è la festa che racconta Menfi e le sue eccellenze cogliendone il senso più profondo, esaltandone le peculiarità. È la festa del vino di Menfi: inebriante, coinvolgente, narra una delle storie più belle che la Sicilia sa raccontare.

Una storia che ha per protagonisti la qualità dei prodotti, l’unicità dei vigneti, l’emozionalità delle tradizioni, i valori di un’intera comunità, un territorio curato e custodito dalle sue genti per accogliere con generosità viaggiatori e curiosi.