Live Sicilia

Palermo

Il centro biblioteca a cielo aperto
Torna "La via dei librai"


Articolo letto 1.042 volte

L'iniziativa sabato e domenica sul Cassaro in occasione della giornata mondiale del libro.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Presentata al Museo di Scienze Naturali dell’Istituto Tecnico “Filippo Parlatore”, la seconda edizione de "La Via dei Librai” che, dopo il successo dello scorso anno, con la partecipazione di 30 mila visitatori, raddoppia. Si svolgerà, infatti, nell'arco di due giornate: sabato 22 e domenica 23 aprile, in occasione della Giornata Mondiale del Libro. Alla conferenza stampa di presentazione, che si è svolta stamattina al Museo di Scienze Naturali dell’Istituto Tecnico ‘Filippo Parlatore’, sono intervenuti il Sindaco di Palermo, Leoluca Orlando; il delegato del Rettore dell’Università di Palermo, Antonio Giuffrida; la Presidente dell’Associazione ‘Cassaro Alto’, Giovanna Analdi; Pina Attinasi, Preside dell’Istituto Tecnico ‘Ragusa Kiyohara Parlatore’; Francesco Lombardo, Giuseppe Scuderi e Giulio Pirrotta, del Comitato Scientifico ‘La Via dei Librai’; Filippo Spallina, Città Metropolitana di Palermo; Licia Romano, Comune di Palermo; Eliana Calandra, direttrice del sistema bibliotecario del Comune di Palermo; Gioacchino Vitale, Confcommercio Palermo (sezione fioristi).

“Quello de La Via dei Librai - ha dichiarato Orlando - è un percorso che caratterizza il Cassaro. Ciò che sta accadendo in questa parte della città è un circuito virtuoso tra stima e autostima. E’ questo il vero cambiamento di Palermo. Grazie all’Unesco abbiamo scoperto l’autostima, abbiamo scoperto che Palermo è bellissima. Noi che siamo portati ad essere un po' provinciali, se non arriva qualcuno dall’esterno a dirci che siamo bravi, non ci crediamo. Il processo di cambiamento culturale parte proprio da qui e dallo straordinario impegno dell’Associazione ‘Cassaro Alto’, che è un modello di sinergia. Bisogna continuare su questa strada – ha concluso Orlando - cercando di provocare una sana contaminazione. Il libro, quello cartaceo, è un modello di rispetto del tempo. Se c’è un’espressione culturale che rispetta il tempo è il libro cartaceo. Il libro è il Cassaro, il Cassaro è il libro”.

All'iniziativa "La via dei Librai", anche quest'anno, aderiscono le Biblioteche comunali e Archivio storico. Sabato 22 aprile alle ore 10:30: nelle sale dell'Archivio storico, verrà allestita la mostra "Teatri e vita musicale a Palermo (1750-1850). Testimonianze bibliografiche e documentarie", a cura di Eliana Calandra e Antonella Balsano. La mostra sarà visitabile fino al 5 maggio p.v. (dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 13,30 e il mercoledì anche dalle 14,30 alle 17,30). 

Sabato 22 e domenica 23 aprile, dalle ore 10:00 alle 18:00 è prevista l'apertura straordinaria sia dell'Archivio storico che della Biblioteca comunale con possibilità per i visitatori di usufruire di visite guidate alle ore 10.30, alle 12.00 e alle 16.00 previa prenotazione, entro il venerdì mattino precedente, all'indirizzo mail: sistemabibliotecarioearchivio@comune.palermo.it. 

Confcommercio Palermo anche quest’anno supporterà la manifestazione La Via dei Librai, organizzata dall’Associazione Cassaro Alto che aderisce all’organizzazione degli imprenditori e commercianti. Infatti, in un apposito stand sarà esposta la collana Le Bussole, che sono le guide per imprenditori ed aspiranti imprenditori dei vari settori, edita da Confcommercio. Inoltre, è prevista la presenza di una rappresentanza dei fioristi, con in testa il presidente Gioacchino Vitale, che esporrà varie specie di fiori e farà alcune dimostrazioni di arte e composizione floreale. “La Via dei Librai, dopo il debutto di grande successo dell’anno scorso con il coinvolgimento di decine di migliaia di cittadini, è ormai una realtà consolidata sia dal punto di vista culturale che sociale ed economico – spiega Patrizia Di Dio, presidente di Confcommercio Palermo -. Ho sempre detto che cultura ed economia sono il binomio vincente per la promozione e la valorizzazione di un territorio e la cultura per noi di Confcommercio rappresenta il “driver “ di sviluppo, una risorsa irrinunciabile per una crescita economica sostenibile”, conclude Di Dio.