Live Sicilia

Mussomeli, nel Nisseno

Ausiliario aggredito in ospedale
I sindacati: "Atto di inciviltà"


Articolo letto 10.623 volte
ausiliario aggredito mussomeli, ospedale mussomeli ausiliario aggredito, Caltanissetta
L'ospedale Longo di Mussomeli

Aveva chiesto ai familiari di un paziente di lasciare la stanza per poterla pulire.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Un ausiliario socio-sanitario dipendente dell'ospedale "Longo" di Mussomeli, nel Nisseno, è stato aggredito e picchiato da un familiare, ricevendo un pugno in pieno volto e riportando una ferita giudicata al pronto soccorso guaribile in 20 giorni. Il fatto è accaduto ieri in corsia, l'ausiliario aveva chiesto ai familiari di un paziente di lasciare la stanza per poterla pulire. Solo l'intervento dei colleghi e dei Carabinieri hanno potuto riportare la calma in reparto. Salvatore Ballacchino, segretario regionale Fsi-Usae e Calogero Coniglio, coordinatore nazionale della Fsi-Usae Federazione Sindacati Indipendenti aderente alla confederazione Unione Sindacati Autonomi Europei, in una nota esprimono "solidarietà al collega coinvolto nell'aggressione". "È l'ennesimo e gravissimo caso di inciviltà - sottolineano - di una lunga serie di aggressioni che avvengono, ormai routinariamente, negli ospedali siciliani, principalmente nei pronto soccorso denunciati dalla Fsi-Usae. Sulle aggressioni ospedaliere abbiamo stilato un dossier con gli episodi più gravi degli ultimi sei anni inviato ai Ministri della Salute, dell'Interno e alle Prefetture siciliane".