Live Sicilia

L'INCIDENTE

Alessio non c'è più
Preso il pirata


Articolo letto 13.460 volte
alessio repetti battilana morto, alessio zanetti donati organi, alessio zanetti repetti morto, battilana morto alessio repetti, morto alessio zanetti battilana, morto alessio zanetti repetti, morto studente liceo repetti carrara

Il 16enne investito era appena sceso dal pullman che tutti i giorni lo portava da scuola a casa.

VOTA
0/5
0 voti

È stato arrestato il pirata della strada che ieri, nel pomeriggio, ha investito e ucciso un ragazzo di 16 anni. L'uomo, alla guida di uno scooter, non si è fermato dopo lo scontro. Anzi: si è fermato un momento, ha raccolto i pezzi di carrozzeria del motorino che si erano staccati per l'urto contro il corpo della vittima ed è fuggito, lasciando il giovane Alessio Zanetti per terra. Le telecamere sul percorso compiuto dall'uomo e i frammenti dello scooter rimasti sull'asfalto sono stati decisivi per dare un volto a chi ha investito Alessio. L'arresto questa notte intorno alle 4.

Il ragazzo investito era appena sceso dal pullman che tutti i giorni lo portava da scuola a casa a Battilana, alla periferia di Carrara. Dopo aver sbattuto la testa sull'asfalto, non ha più ripreso i sensi e i genitori hanno scelto di dare il via alla procedura per la donazione degli organi.

Alessio Zanetti, raccontano a "La Nazione" i compagni del Liceo classico Repetti e quanti lo conoscevano, era un ragazzo piuttosto riservato: lontano dai miti dei motorini e delle feste tipici dei sedicenni. Amava stare in casa e leggere: grande la passione per la storia, le biografie di personaggi importanti e gli orologi.