Live Sicilia

La polemica

Crocetta: "Pistorio è un traditore"
Centristi pronti a lasciare la giunta


Articolo letto 12.436 volte
giovanni pistorio, Rosario Croceta, Politica

Il governatore e il "dimissionamento d'ufficio". Centristi: "Alto tradimento?". L'assessore non va in giunta


PALERMO - “Pistorio si deve dimettere, non per ragioni giudiziarie che certamente io non ho sollevato, ma poiché è venuto meno il rapporto di fiducia politica del presidente nei suoi confronti”. In una nota il presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta torna ad attaccare l'assessore alle Infrastrutture. “Mi astengo dal pubblicare tutte cose false come indicibili che il medesimo ha esternato per mesi ai suoi collaboratori, ma l'ultima intercettazione, registrata non il giorno dell'uscita dal carcere di Cuffaro, bensì il 13 marzo scorso, mostra con chiarezza che Pistorio vuole tenere segreti i rapporti politici con Cuffaro, oltre che – continua il presidente - con altri soggetti politici estranei alla coalizione. In politica questo si chiama tradimento. Per carità, Pistorio è liberissimo di perseguire, con estrema ingratitudine, tutti i disegni politici che vuole, ma lo può fare da libero cittadino, non certamente mentre è assessore del mio governo. Presenti le dimissioni, - conclude Crocetta - per evitare che al suo dimissionamento si proceda d'ufficio”. L'assessore oggi citato da Repubblica dice di non aver fatto niente di male. Già ieri Crocetta aveva espressamente chiesto la sua testa in una nota in cui si era soffermato anche sui suoi gusti estetici in amore. A rinfocolare la polemica, dopo un incontro chiarificatore tra i due, era stata la pubblicazione da parte de La Sicilia di nuovi dettagli dell'inchiesta, intercettazioni a cui però i magistrati non hanno ritenuto di dare seguito visto che Pistorio on risulta indagato.

"Mi documenterò sul reato di alto tradimento del presidente della Regione. Domani riuniremo il nostro massimo organo a Catania e valuteremo parole e opere del presidente", dice il coordinatore dei Centristi per la Sicilia Adriano Frinchi. Domani il partito di Pistorio riunirà il coordinamento regionale (gruppo parlamentare e coordinatori provinciali) per fare il punto sulle elezioni e sulla situazione politica regionale. La defenestrazione avrebbe conseguenze politiche nella composizione della maggioranza. E' possibile che i Centristi, che hanno due assessori, escano dal governo regionale.

*Aggiornamento ore 18.19
L'assessore regionale alle Infrastrutture, Giovanni Pistorio, non sta partecipando alla giunta regionale, riunita a Palazzo d'Orleans dal governatore Rosario Crocetta. Fonti dei Centristi informano che l'assenza di Pistorio è dovuta alla posizione assunta da Crocetta che chiede le dimissioni del suo assessore, che non intende concederle. Domani Pistorio parteciperà alla riunione dei Centristi in programma a Catania, alla presenza del leader Gianpiero D'Alia.