Live Sicilia

Regionali

Figuccia spinge Musumeci
"E' il candidato spendibile"


Articolo letto 5.314 volte
giuseppe milazzo, Nello Musumeci, vincenzo figuccia, Province

Milazzo: "Serve aggregare coalizione che vinca".


PALERMO – “Basta con i giochi di palazzo e nelle chiuse stanze. Alfano si Alfano no interessa poco ai siciliani ed alla coalizione di centrodestra. Nello Musumeci è il candidato spendibile per la presidenza della regione. Musumeci è il presidente voluto dalla gente, che sta in mezzo alla gente. Dopo Crocetta e il suo governo multipartito e paradigma del trasformismo, i Siciliani vogliono un un uomo ed un politico perbene qual è Musumeci. Attorno a lui vanno costruiti coalizione e governo. È tempo del cambiamento e di un nuovo slancio per dare futuro e sviluppo alla Sicilia, lavoro a chi lo ha perso o lo cerca, speranza ai giovani ed ai tanti emarginati del governo Pd-Crocetta". Lo afferma Vincenzo Figuccia, deputato regionale di Forza Italia, al terzo giorno di sciopero della fame, che oggi ha ricevuto la visita di Nello Musumeci nel presidio di Via Trinacria a Palermo.

Giuseppe Milazzo



Interviene anche u altro deputato regionale forzista. "Nella corsa a Palazzo d’Orleans non servono attori che giocano a chi spara il nome più grosso, serve invece aggregare una coalizione che vinca, che faccia dimenticare in fretta Crocetta e i suoi governi, impedendo al Movimento 5 Stelle di terminare il tragico capolavoro dell’attuale governatore, quel devastante ‘modello Sicilia’ sintetizzabile in tre drammatici strafalcioni, le leggi sull’acqua, sui rifiuti e sugli appalti”, lo dice l’onorevole Giuseppe Milazzo, deputato di Forza Italia all’ARS.

“Spetta senza alcun dubbio a Forza Italia governare il processo di individuazione del prossimo presidente della Regione – prosegue Milazzo –. Siamo in assoluto l’unico partito nazionale ben oltre la soglia del 5 per cento in tutte e nove le province siciliane. Auspico che i partiti minori, ma che sottolineo importanti per la stesura del programma, fondamentali per rilanciare la Sicilia, e determinanti per vincere le regionali, fermino questo deleterio meccanismo di veti incrociati, che rischia di determinare solo frammentazione e disfattismo, cosa che i nostri elettori ad oggi ci rimproverano e non vogliono si ripeta. Sono certo che il nostro coordinatore regionale Miccichè saprà abilmente mantenere vivo quel tavolo, che deve vedere tutte le forze politiche coinvolte, per portarci a una vittoria che ci consentirà di essere protagonisti per i prossimi dieci anni”.