Live Sicilia

CENTRODESTRA

Nuova sfida di Figuccia a Miccichè
"Siciliani stanchi dell'arroganza"


Articolo letto 15.321 volte
berlusconi casa palermo, figuccia contro miccichè, figuccia miccichè, vincenzo figuccia, Politica
Vincenzo Figuccia e Silvio Berlusconi.

In una nota, il deputato regionale di Fi accusa: "Qualcuno è in cerca di vetrine e palcoscenici".


PALERMO - "Le recenti amministrative a Palermo, come a Roma, a Torino e in molte altre grandi città d'Italia, hanno dimostrato che modelli camaleontici, privi di una vera identità, sono fallimentari. Oggi la Sicilia rischia di presentarsi ancora una volta spaccata, forse perché qualcuno è in cerca di vetrine e palcoscenici che non gli appartengono più". Lo scrive in una nota il parlamentare regionale di Forza Italia, Vincenzo Figuccia.

>Forza Italia, lo strappo dei Figuccia

"Mi fa rabbia chi in maniera arrogante dichiara di poter correre da solo con un partito come Forza Italia, che dal nostalgico 61 a 0 si è ridotto a numeri da prefisso telefonico proprio per colpa di scelte miopi", aggiunge, riferendosi al coordinatore azzurro per la Sicilia, Gianfranco Micciché che ieri aveva annunciato la possibilità, col candidato Gaetano Armao, di affrontare le prossime elezioni regionali autonomamente.

"Sono invece contento - prosegue Figuccia - della decisione di Silvio Berlusconi di prendere una casa a Palermo e gli consiglio di farlo in uno dei nostri quartieri popolari, da Borgo Nuovo allo Zen, passando per Brancaccio o per il Cep, in modo da potere ascoltare tutti coloro che hanno giustamente perso fiducia nella politica degli ultimi anni, non sentendosi rappresentati, men che meno dai vertici di questa Forza Italia Siciliana. Le carni dei Siciliani purtroppo bruciano da troppo tempo. È arrivato il momento di dire basta a chi vuole solo inciuci in nome di nostalgiche visioni del passato. Non possiamo più attendere".