Live Sicilia

Le Regionali

Forza Italia verso Musumeci
Miccichè: "Prevale il buonsenso"


Articolo letto 18.689 volte
berlusconi musumeci, elezioni sicilia, micciché, musumeci candidato forza italia, regionali sicilia, Politica

Berlusconi punta  all'unità del partito e della coalizione con Lega e Fdi. Armao frena sul ticket


PALERMO - Gianfranco Miccichè si limita a sottolineare che al momento "sta prevalendo il buonsenso" ma fonti autorevoli danno per "chiusa" la trattativa: sarà Nello Musumeci il candidato unitario del centrodestra alle elezioni regionali del 5 novembre. Il nome dell'ex presidente della Provincia di Catania avrebbe avuto la meglio su quello dell'avvocato Gaetano Armao, che pure aveva colpito positivamente Silvio Berlusconi in un recente faccia a faccia ad Arcore. "Non c'è nulla di deciso - spiega Miccichè, commissario di Forza Italia in Sicilia -. Posso solo dire, dopo aver parlato con entrambi e anche col presidente Berlusconi, che sta prevalendo il buonsenso". E Armao, fondatore dei 'SicilianiIndignati', frena sull'ipotesi di un ticket che lo vedrebbe come vicepresidente della Regione: "Che questa sia una ambizione di Musumeci lo si era capito da tempo, ma che ve ne siano i presupposti è tutto da verificare", dice l'ex assessore regionale al Bilancio.

Decisiva, raccontano voci interne al partito, la presa di posizione dell'ala catanese del partito, schieratasi apertamente nelle ultime ore al fianco del leader di #DiventeràBellissima. Il rischio di una rivolta interna avrebbe convinto Berlusconi a non forzare la mano e a evitare nuove tensioni al partito, optando infine per Musumeci. In nome dell'unità della coalizione con Lega e Fratelli d'Italia, e in vista delle Politiche del 2018, l'ex premier ha superato anche le sue remore nei confronti del mondo degli ex Alleanza nazionale.

Nelle ultime ore l'eurodeputato Salvo Pogliese era uscito allo scoperto: "Armao è professionista di altissimo profilo e dalla grande esperienza istituzionale - le parole di Pogliese, anche lui ex An - ma credo che si debba convergere sull’unica candidatura che oggi può vantare un reale coinvolgimento civico e popolare, portando un valore aggiunto, ovvero quella di Nello Musumeci che è persona di indiscusso valore etico, morale e amministrativo". Con lui anche i vicecoordinatori provinciali di Forza Italia Catania, Angelo Moschetto e Dario Daidone. Sul fronte palermitano, oltre al deputato regionale Vincenzo Figuccia, Musumeci ha incassato anche il via libera del collega all'Ars Riccardo Savona.

Ed è sempre da Catania che si alza un'altra voce di peso che definisce "vicina" la candidatura di Musumeci: "Confidiamo che nelle prossime ore, grazie all'autorevole intervento del presidente Berlusconi, si giunga alla definizione e all'ufficializzazione della candidatura di Nello Musumeci alla presidenza della Regione Siciliana, quale sintesi di un arioso progetto di centrodestra, che con il ticket del professor Gaetano Armao coniughi all'esperienza e alla dirittura morale, la competenza giuridica e la sensibilità moderata", afferma il capogruppo di Forza Italia all'Ars Marco Falcone che però su questa eventualità riceve lo stop dell'ex assessore regionale al Bilancio.

*Aggiornamento
In serata il movimento civico #DiventeràBellissima di Musumeci diffonde una nota in cui parla di una "possibile convergenza" della coalizione sulla candidatura di Musumeci: "L'unità del centrodestra è l'obiettivo che hanno sempre dichiarato di voler perseguire tutti i leader della coalizione e con loro i tantissimi dirigenti siciliani che, nei rispettivi partiti, hanno lavorato per costruire questo risultato comune - si legge -. Tanti si stanno spendendo in Forza Italia perché si raggiunga la convergenza e, per dirla con Gianfranco Miccichè, affinché prevalga il buon senso, nel rispetto delle posizioni di ciascuno e con spirito positivo sulla migliore formula con cui presentarsi al giudizio degli elettori. Se attorno alla candidatura civica di Nello Musumeci il centrodestra troverà un'ampia condivisione e unità d'intenti sarà una vittoria per tutti i leader della coalizione e, ovviamente, per Silvio Berlusconi le cui parole di unità sono state molto apprezzate". Così il coordinamento regionale del movimento civico #DiventeràBellissima, che fa capo a Musumeci, sulla possibile convergenza della coalizione sulla candidatura di Nello Musumeci.