Live Sicilia

L'EMERGENZA

Violento nubifragio a Palermo
Alberi crollati e feriti: i danni


Articolo letto 422.954 volte
allagamenti, bomba d'acqua, ciclone, feriti, maltempo, nubifragio, palermo, sicilia, Cronaca

Corso Calatafimi tra le zone più colpite. Tombini esplosi, strade come fiumi nel centro storico. Cronaca di una notte terribile. LE FOTO.


PALERMO - Il nubifragio previsto sulla Sicilia tirrenica si è scatenato poco prima dell'una di notte ed è stata una nottata terribile. Le condizioni meteo sono precipitate con forte pioggia e grandine violentissima di grosse dimensioni. Decine le strade allagate nel capoluogo siciliano nel giro di pochi minuti, dalla zona di San Lorenzo a Mondello, fino al corso dei Mille, via Imera, via Brasa, via Villagrazia e via Ugo La Malfa. Più di ottanta gli interventi dei vigili del fuoco durante la notte, altri settanta sono attualmente in atto. Nella zona di Bonagia sono stati soccorsi degli automobilisti rimasti intrappolati nelle proprie macchine, così come in via Messina Marine: acqua alta quasi un metro nei pressi del pronto soccorso del Buccheri La Ferla. All'ingresso della sala di emergenza il personale ospedaliero si è attrezzato alla meno peggio per liberare i locali dall'acqua con scope, secchi e stracci.

Strade come fiumi in pieno centro, comprese la via Maqueda e traverse, da via Giardinaccio a vicolo Viola, con residenti al piano terra in difficoltà per l'allagamento delle abitazioni. Il nubifragio è stato anticipato da forti raffiche di vento che hanno provocato il crollo di vari alberi nella zona di corso Calatafimi, una delle aree in cui si registrano più danni: sono finiti sulla carreggiata, danneggiate alcune auto parcheggiate lungo il marciapiede. All'altezza del civico 1017 si è verificato pure il cedimento di una tettoia, trasportata dal vento in strada. Parte del tetto è crollata all'ultimo piano di una palazzina allo Spasimo, una ragazza è rimasta lievemente ferita. Scantinati allagati a Borgo Nuovo, Passo di Rigano, Boccadifalco.

> LE FOTO DALLA CITTÀ

In via Lincoln una donna è rimasta ferita dopo aver perso il controllo della sua auto. Sarebbe uscita fuori strada durante la violenta grandinata, il mezzo si è ribaltato. Sul posto i carabinieri e il 118. Il temporale ha colpito prima la zona del Trapanese, spostandosi poco dopo su tutta la fascia costiera palermitana. Colpite pure Monreale, Montelepre, Altofonte. Segnalate decine di auto danneggiate, con finestrini ridotti in frantumi dalla grandine. Strade allagate e tombini esplosi nel centro città, ma anche dalle parti di Falsomiele e Santa Maria di Gesù.

Decine le chiamate al centralino dei vigili del fuoco. Al lavoro sono state impegnate tutte le squadre del comando provinciale e delle sezioni distaccate, insieme a carabinieri, polizia, polstrada e vigili urbani. Numerosi gli interventi del 118, giunti anche in soccorso di due automobilisti lievemente feriti in autostrada, rispettivamente sull'A29, in direzione Trapani, e sull'A19, poco dopo Villabate. Colpite violentemente da vento e pioggia anche le zone di Altavilla Milicia e Cefalù. Disagi pure per il trasporto aereo. Stamattina sono stati cancellati due voli Ryanair, il Palermo-Roma delle 6.25 e il Palermo-Verona delle 6.30, in seguito alle ripercussioni che il maltempo ha avuto su tutta l'Italia. In mattinata non si escludono ulteriori disagi e cancellazioni: "Informeremo gli utenti anche oggi in tempo reale sui voli, si tramite l'app scaricabile da tutti i dispositivi che tramite il nostro account Twitter". Situazione simile all'aeroporto di Catania, con partenze che registrano ritardi di circa un'ora dovuti ai temporali che ieri hanno messo in ginocchio anche il Centro Italia.