Live Sicilia

Regionali

Micari fa appello ai giovani
"Grillini, quanta superficialità..."


Articolo letto 6.282 volte
centrosinistra, fabrizio micari, giovani, pd, regionali, sicilia, Politica
Fabrizio Micari

La "call" del rettore, potrebbe nascere una sesta lista.


PALERMO - Fabrizio Micari scende nella contesa elettorale. La campagna del rettore scelto dal centrosinistra come candidato a Palazzo d'Orleans entra nel vivo. Oggi il primo attacco ai competitor, con una frecciata ai 5 Stelle per la vicenda delle “regionarie” stoppate dal giudice. Nel fine settimana il primo evento catanese e da qui a un paio di giorni il lancio di una “call”: obiettivo i giovani. Che potrebbero diventare un altro pezzo della squadra a sostegno della sua candidatura.

L'iniziativa sarà formalizzata questa settimana. Micari, che intende caratterizzare la sua campagna sul tema del lavoro con particolare riguardo ai giovani, lancerà un appello alle nuove generazioni – attingendo da università, associazionismo, start up - per scendere in campo in prima persona in queste regionali. E chissà che da questa “call” non possa vedere la luce una sesta lista civica a sostegno del candidato, che al momento è appoggiato da Pd, Ap-Centristi, Sicilia Futura, Lista dei Territori e Megafono.

Intanto, oggi il rettore ha affondato un colpo contro i 5 Stelle, criticando “approssimazione e superficialità dei grillini” in merito alla vicenda “regionarie” su cui si è pronunciato il tribunale di Palermo. “Mi auguro che tutto venga chiarito e che Giancarlo Cancelleri possa proseguire regolarmente la sua campagna elettorale: intendiamo vincere sul campo, non certo grazie alla decisione di un Tribunale - dice il rettore -. Resta il fatto che questa notizia deve far riflettere su quanto avviene all’interno del Movimento 5 Stelle: dalla vicenda delle ‘firme false’ a Palermo ai pasticci amministrativi del sindaco Raggi a Roma, al ‘caos’ delle comunarie a Genova, gli esempi di approssimazione e superficialità dei grillini sono davvero troppi”.

Ma a sua volta lo stesso rettore è bersaglio in questi giorni degli attacchi degli avversari. “Ho visto in giro una serie di fake news - commenta Micari a Livesicilia -, ad esempio quella sulla mia incandidabilità, ripresa anche da testate nazionali. Si parla di presidenza del Policlinico? Non esiste. Il Policlincio ha un direttore generale nominato dall'assessore”. Altro attacco, arrivato da sinistra, è quello seguito alla “visita” catanese a Mario Ciancio, editore e direttore de La Sicilia, a giudizio per concorso esterno. “Sono andato a fare un'intervista nella redazione del giornale – spiega Micari -. C'erano quattro giornalisti e c'era il direttore. Tutto qui”. E a Catania, tra venerdì e sabato Micari comincerà il suo tour della Sicilia che lo vedrà incontrare tra l'altro le attività produttive dei territori.