Live Sicilia

Mazara

Il peschereccio sequestrato
Problemi per l'equipaggio


Articolo letto 2.721 volte
, Cronaca, Trapani

Il sequestro una settimana fa in acque internazionali a opera di militari tunisini.

VOTA
0/5
0 voti

MAZARA DEL VALLO (TRAPANI) - Tornerà in Italia, ma senza barca, l'equipaggio del peschereccio mazarese Anna Madre sequestrato una settimana fa in acque internazionali da militari tunisini. Lo conferma uno degli armatori, Giampiero Giacalone. "Considerato che la vicenda - dice - è ancora in attesa di sviluppi, i marittimi hanno deciso di rientrare. Nell'attesa del dissequestro il peschereccio rimarrà al porto di Sfax". L'armatore aggiunge anche che l'ammenda comminata dalla Commissione tunisina per il rilascio del motopesca non ammonta a 50 mila euro, ma a 69 mila.

Aggiornamento 18.53.

L'equipaggio del peschereccio Anna Madre, da una settimana a Sfax dopo il sequestro ad opera delle autorità tunisine, non potrà fare ritorno in Italia perché "bloccato per motivi burocratici" nel paese maghrebino. L'hanno detto i familiari dei marinai che vivono a Mazara del Vallo. L'annuncio del loro ritorno, previsto in serata, era stato dato dall'armatore del peschereccio, Giampiero Giacalone.