Live Sicilia

Palermo

Terapia intensiva coronarica chiusa
Il Civico: "Disinfestazione in corso"


Articolo letto 3.429 volte
, Cronaca
L'ospedale Civico di Palermo

Pulizia straordinaria dopo la denuncia per la presenza di insetti. Il ministero invia i Nas

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO – Nel piano di riorganizzazione degli centri ospedalieri siciliani il Civico di Palermo è stato individuato come hub, uno dei tre centri di eccellenza in cui curare patologie complesse con metodi avanzati. Ma negli ultimi giorni l’ospedale è al centro di una polemica sulla pulizia, con formiche, zanzare e altri insetti avvistati nelle corsie e nelle camere dei reparti di Malattie respiratorie e Ginecologia, e di un generale degrado della struttura. Annunciata la chiusura dell’Unità di terapia coronarica intensiva, che per 24 ore sarà sottoposto a interventi di disinfestazione straordinaria.

Le segnalazioni di insetti nei padiglioni del Civico sono iniziate il mese scorso, quando nel reparto di Ginecologia, nelle cui stanze vengono ospitati neonati e mamme, sono state avvistate file di formiche. In altri locali sono stati visti scarafaggi e zanzare, che come denunciato dal sindacato Fials – Confsal sono una presenza costante nei reparti di terapia intensiva. Ancora formiche a Malattie respiratorie, in cui Vincenzo Oliveri, paziente ricoverato per due mesi nel reparto, ha documentato con alcuni video realizzati con uno smartphone il traffico regolare degli insetti sulle pareti della sua stanza, oltre a porte danneggiate e sanitari rotti nella struttura.

La vicenda di Oliveri ha portato all’apertura di un’inchiesta della procura di Palermo. Dopo tre settimane dalle dimissioni, infatti, Oliveri è stato ricoverato in un’altra struttura ospedaliera, in cui è morto. Secondo la tesi dei familiari il decesso sarebbe stato causato da un batterio pericoloso contratto proprio durante la degenza al Civico, accusa che ha portato a un blitz dei Nas dei Carabinieri e a dodici medici indagati per omicidio colposo.

L’ultimo episodio in ordine di tempo è la chiusura, avvenuta ieri, dell’Unità di terapia coronarica intensiva per disinfestazione straordinaria, misura che ha richiesto lo spostamento dei pazienti in altri reparti del Civico. Ma il manager Giovanni Migliore stamattina precisa in una nota che la chiusura è solo temporanea: “La Direzione Sanitaria Aziendale – si legge nel comunicato – ha esclusivamente disposto il trasferimento temporaneo dei pazienti attualmente ricoverati presso la UTIC del reparto di cardiologia in altre unità del medesimo presidio, onde consentire un intervento di disinfestazione straordinaria che conclude un ciclo di 20 interventi, condotti dall’inizio dell’anno nell’ambito delle consuete e periodiche attività di sanificazione poste in essere ‘routinariamente’ in tutti i reparti. L’intervento è in corso e pertanto, domani, subito dopo la pulizia delle sale, riprenderà la normale attività di ricovero”.

*Aggiornamento
Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha inviato i carabinieri dei Nas per un'ispezione all'Ospedale Civico di Palermo. I Nas sono stati allertati, secondo quanto si apprende, dopo che la direzione sanitaria aziendale dell'ospedale ha disposto il trasferimento temporaneo dei pazienti ricoverati nell'unità di terapia intensiva coronarica del reparto di Cardiologia in altri unità dell'ospedale, per consentire la disinfestazione straordinaria a causa della presenza di formiche