Live Sicilia

PALERMO - IL BLITZ

Erica, pusher dello sballo chimico
"In discoteca va troppo forte"


Articolo letto 10.844 volte
arresti, blitz carabinieri, discoteca, droga, ecstasy, giovani, londra, MDMA, palermo, Cronaca, Palermo
Un frame delle intercettazioni

Una giovane di 24 anni sarebbe diventata il punto di riferimento per tanti coetanei.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Erica era “troppo forte, troppo forte”, ripeteva Pasquale Testa, tessendo le lodi di Erica Trapani. Da alcune ore quest'ultima, palermitana di 24 anni, è sottoposta alla misura cautelare dell'obbligo di presentazione ai carabinieri. Una misura che non le è stata ancora notificata, visto che da qualche tempo si è trasferita a Londra.

Le intercettazioni dell'ultimo blitz dei carabinieri ne descrivono il ruolo di pusher nelle discoteche palermitane. Avrebbe spacciato Mdma, una potente metanfetamina. Una pasticca e lo sballo chimico è servito.

Il suo fornitore era Pasquale Testa, figlio di Nicolò, reggente della famiglia mafiosa di Bagheria, arrestato dai carabinieri del Nucleo investigativo del Comando provinciale. Era proprio Testa a parlare di Erica a un'altra ragazza che avrebbe voluto mettersi in affari con la droga: "A quanto me la passi al grammo l'Md?”;”Come faccio a dartela io, non è giusto, gli levo il cliente a quella, a Erica?... quella di Erica la conosco... gliela do io... perché a Palermo in discoteca glielo do a tutti io...”.

Erica svolgeva bene il suo lavoro: “... per le feste fa millecinque, millesei di conto a settimana, assurda è questa ragazza... in discoteca tipo, non faccio niente io, con Totò abbiamo questo patto, lavora lui e io tengo solo i soldi, tu devi calcolare che io mi sto fermo e lei mi porta 200 euro ogni cinque minuti, troppo forte Erica... troppo forte... troppo forte”.

Un pomeriggio del 2015 le microspie intercettarono direttamente la voce di Erica, a bordo della Mercedes di Testa, ferma in via Ernesto Basile. Testa le dava dei consigli: “... molte persone sono arrivate al tuo punto e poi sono cadute, io lo dico per te... vedi di metterti la testa...”. Poi Erica Trapani parlava di soldi: “Non mi ricordo, quanti sono di preciso... ottocento, novecento... mi sono rimaste altre due buste di coca”.