Live Sicilia

NEL PALERMITANO

I dolori al petto, poi la tragedia
Due paesi sotto choc per Christian


Articolo letto 159.014 volte
christian lo giudice, guardia medica, ospedale civico, partinico, san cipirello, San Giuseppe Jato, tragedia, Cronaca, Palermo
Christian Lo Giudice, aveva 19 anni

Il ragazzo, dopo giorni di febbre, è morto a 19 anni. "Arrivato al Civico già in arresto cardiaco".

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Tre giorni di febbre alta, il mal di testa, poi i dolori al torace. E infine, l'arresto cardiaco che non gli ha lasciato scampo. La disperata corsa verso il Civico di Palermo si è rivelata inutile per un giovane di San Cipirello, in provincia di Palermo. Si tratta di Christian Lo Giudice, deceduto a soli 19 anni dopo il suo arrivo in ospedale. I medici sospettano che il ragazzo soffrisse di una cardiopatia di cui non era a conoscenza e gli accertamenti sono tuttora in corso, ma nel frattempo due paesi sono sprofondati nello sconforto.

Tutti coloro che conoscevano il giovane, tra San Cipirello e il vicinissimo paese di San Giuseppe Jato, si chiedono come possa essersi verificata una tragedia simile. Christian viene descritto come un ragazzo pieno di vita, amici e parenti dicono che non aveva mai avuto alcun problema di salute. Almeno fino a pochi giorni fa, quando si era recato alla guardia medica del paese per quelle che sembravano le conseguenze di una brutta influenza. Ieri le sue condizioni sono precipitate e, come spiegano dall'ospedale Civico di Palermo "il ragazzo è giunto al pronto soccorso già in arresto cardiaco. I rianimatori hanno cercato di salvarlo in tutti i modi, ma non c'è stato nulla da fare". La salma è stata trasferita in camera mortuaria.

Christian aveva amici in tutto il comprensorio. Amava i cavalli, aveva trascorso tre mesi negli Stati Uniti. "Non avremmo mai immaginato che la sua vita sarebbe finita così - dice l'amico Marcello -. Non riusciamo ancora a credere a quello che è successo, siamo tutti choc". Un dolore che si esprime anche sulla pagina Facebook del ragazzo, con decine di messaggi d'affetto. Vicino alla foto che lo ritrae su uno dei cavalli che adorava, Virgilio scrive: "Non ho parole, amico mio, riposa in pace". "Che destino terribile - aggiunge Francesca - ho il cuore a pezzi, non è possibile morire d'infarto a questa età". 

"L'amministrazione comunale - dice il sindaco di San Cipirello Vincenzo Geluso - è vicina alla famiglia Lo Giudice per la terribile e prematura scomparsa di Christian. Ciò che è accaduto è un grande dolore per l'intera comunità".